Enel riceve il premio Ifr Yankee Bond 2017 per l’emissione del bond a tripla tranche da 5 miliardi di dollari USA

Published on mercoledì, 31 gennaio 2018

Roma, Londra, 31 gennaio 2018 – Enel è stata premiata con il “Yankee Bond Award 2017” da International Financing Review (IFR), fornitore leader di servizi di intelligence sui mercati finanziari globali, per l’emissione a maggio 2017 di un bond a tripla tranche per un totale di 5 miliardi di dollari USA la più grande emissione obbligazionaria mai lanciata da un’azienda italiana sul mercato statunitense.

“I nostri successi sui mercati obbligazionari negli ultimi anni, culminati da questo riconoscimento da parte della prestigiosa pubblicazione globale IFR, confermano con forza l’attrattiva della nostra offerta di investimento per i mercati obbligazionari e azionari” ha commentato Alberto De Paoli, direttore finanziario di Enel. “L’interesse per gli strumenti finanziari di Enel è costantemente alto, sia che si tratti di green bond sia di emissioni più standard, negli Stati Uniti o in Europa. Con i due Yankee bond emessi l’anno scorso, che hanno attratto una domanda aggregata di quasi 30 miliardi di dollari USA, Enel è oggi una delle utilities leader nell’emissione di obbligazioni sul mercato statunitense, attività che ci impegniamo a ripetere con regolarità per il futuro”.

IFR ha elogiato Enel per le modalità di esecuzione e definizione del prezzo dell’operazione, la prima della società in valuta americana dal 2013. La transazione è stata coerente con l’approccio di marketing adottato in più di quattro anni, durante i quali Enel ha mantenuto contatti regolari con gli investitori statunitensi, accrescendo la loro consapevolezza sui punti di forza fondamentali del proprio business.

L'emissione, che ha previsto tranche a cinque, 10 e 30 anni, ha ricevuto richieste di sottoscrizione pari a 3,5 volte la disponibilità e ha attirato ordini per oltre 17 miliardi di dollari USA, consentendo a Enel di ridurre sostanzialmente gli spread su tutte e tre le tranche. L'operazione ha inoltre contribuito ad allungare il profilo di scadenza medio del Gruppo da uno a sette anni. I joint bookrunner sono stati Barclays, BNP Paribas, Bank of America Merrill Lynch, Citigroup, Credit Suisse, Goldman Sachs, HSBC, JP Morgan, Morgan Stanley e Société Générale.

L’eccezionale risultato dell'operazione ha incoraggiato Enel a emettere un'altra obbligazione a tre tranche per un totale di 3 miliardi di dollari USA in ottobre. Anche questa seconda offerta è stata un successo, con richieste di sottoscrizione pari a circa tre volte la disponibilità, e ordini totali di circa 9 miliardi di dollari USA.

Il premio IFR Yankee Bond è l'ultimo risultato conseguito dalla strategia finanziaria di Enel. Nel gennaio 2017 Enel ha lanciato il suo primo green bond sul mercato europeo per un totale di 1,25 miliardi di euro, seguito dall'emissione di un successivo green bond da 1,25 miliardi di euro nel gennaio 2018. Entrambe le operazioni hanno ricevuto sottoscrizioni per oltre 3 miliardi di euro, con una partecipazione significativa da parte degli investitori socialmente responsabili (SRI), contribuendo alla diversificazione della base di investitori di Enel. Inoltre, a dicembre Standard & Poor's ha aumentato il rating a lungo termine su Enel da "BBB" a "BBB +", confermando nel contempo il rating a breve termine su "A-2", con outlook stabile. L'agenzia di rating ha espresso apprezzamento per le caratteristiche del piano strategico 2018-2020 di Enel e per la solida performance del Gruppo nell'attuazione dei suoi obiettivi strategici, nonché nella gestione della posizione di debito e di liquidità