Enel: nella centrale di Civitavecchia arrivano i droni per gestione “Hi-Tech”

Published on lunedì, 21 maggio 2018

Tecnologie e sistemi innovativi per supportare le attività dell’impianto, sviluppati dalle due start-up Convexum e Percepto.

 

Civitavecchia, 21 maggio 2018 – Enel ha inaugurato oggi, presso la centrale di Torrevaldaliga Nord, un innovativo sistema che utilizza droni per supportare le attività di esercizio, manutenzione e protezione dell’impianto, grazie a soluzioni sviluppate dalle due start-up Convexum e Percepto.

Ad aprire l’evento, Enrico Viale responsabile Global Thermal Generation di Enel ed Ernesto Ciorra, responsabile Innovability di Enel, alla presenza di istituzioni e autorità del territorio.

“Torrevaldaliga Nord è il primo impianto al mondo ad utilizzare i sistemi di Convexum e Percepto, confermando il proprio ruolo di protagonista nell’innovazione tecnologica. A beneficiarne non è solo l’efficienza complessiva dell’impianto, ma anche i lavoratori, che possono operare disponendo delle più moderne tecnologie e che possono acquisire nuove competenze – spiega Nicola Rossi, responsabile Innovation Global Thermal Generation di Enel - L’iniziativa si inserisce nel più ampio percorso di trasformazione digitale che il Gruppo Enel ha intrapreso e che coinvolge anche il parco centrali dell’azienda”.

La nuova piattaforma si basa su soluzioni tecnologiche sviluppate da due start-up partner di Enel, entrate in contatto con l’azienda attraverso il network degli Innovation Hub che il Gruppo ha aperto in diverse sedi in Italia e all’estero.

“Oggi vediamo applicati i risultati concreti della collaborazione tra Enel e alcune tra le più interessanti start-up a livello internazionale. Enel supporta l’imprenditorialità e la ricerca tecnologica in tutto il mondo – afferma Fabio Tentori, responsabile Innovation Hubs di Enel – Questo percorso permette di far circolare le idee e incrociarle con le necessità del business. ”.

La start-up CONVEXUM ha sviluppato un sistema in grado di impedire il sorvolo dell’impianto da parte di eventuali droni non autorizzati.

La start-up PERCEPTO ha invece sviluppato un drone capace di eseguire missioni di volo automatiche attraverso l’uso di sensori e di algoritmi di computer vision, e di fornire supporto alle attività di ispezione dell’impianto. Il drone è gestito dalla sala operativa dell’impianto, da cui è possibile avere in tempo reale una visuale completa su tutta l’area interessata dalle operazioni di volo. Il drone, grazie all’uso di sensori, consente di raccogliere grandi quantità di immagini e di analizzarle in tempo reale impiegando un sofisticato sistema di video analisi.