Enel conferma la sua leadership nella sostenibilita’ entrando per il sesto anno consecutivo negli Indici Euronext Vigeo Eiris

Published on mercoledì, 6 giugno 2018

  • L’azienda ha mantenuto la sua posizione negli indici Euronext Vigeo - World 120, Eurozone 120 e Europe 120, a seguito della review del primo semestre 2018
  • Tutti e tre gli indici includono Endesa, la controllata spagnola di Enel

 

Roma, 6 giugno 2018 – Enel è stata confermata nell’edizione di giugno 2018 di Euronext Vigeo – World 120 index. Euronext Vigeo stila con cadenza semestrale una classifica con le 120 società quotate più sostenibili fra quelle col livello più alto di capitale flottante in Europa, Nord America e Asia Pacifico. Enel è stata anche confermata negli indici regionali Euronext Vigeo Eurozone 120 e Europe 120 che, rispettivamente, classificano le 120 società più sostenibili tra quelle col maggior capitale flottante nell’Eurozona e in Europa. Enel è stata inclusa nei tre indici fin dalla loro creazione sei anni fa.

Endesa, la controllata spagnola del Gruppo, è stata inserita in tutti e tre gli indici dopo essere stata ammessa per la prima volta nell’Euronext Vigeo – World 120 index alla fine del 2014. Endesa fa parte di Euronext Vigeo Eurozone 120 e Europe 120 fin dalla loro creazione.

Gli indici Euronext Vigeo Eiris riconoscono l’impegno di importanti aziende che inseriscono lo sviluppo sostenibile al centro delle loro strategie di business, integrandolo nei loro processi decisionali.

Vigeo Eiris, una delle principali agenzie che forniscono servizi in ambito ESG (Environmental, Social and Governance) per gli investitori, realizza l’indice analizzando la perfomance aziendale su temi di sostenibilità, quali ambiente, capitale umano, diritti umani, partecipazione delle comunità locali, condotta di business e corporate governance.

L’inserimento nei tre indici si aggiunge alla presenza di Enel nei più importanti indicatori mondiali sulla sostenibilità come il Dow Jones Sustainability Index World, il FTSE4Good, lo STOXX Global ESG Leaders e il Carbon Disclosure Leadership Index.

La leadership di Enel nel campo della sostenibilità, riconosciuta dai tre indici, aiuta ad attrarre l’attenzione degli investitori ESG, la cui partecipazione nella compagine azionaria di Enel è in progressiva crescita e ha superato l’8,6% del capitale sociale di Enel al 31 dicembre 2017 rispetto all’8,0% del 31 dicembre 2016.

L’incremento sopra descritto riflette la crescente importanza che i mercati finanziari attribuiscono a temi non strettamente finanziari. I mercati riconoscono infatti il ruolo di tali temi nella creazione di valore condiviso di lungo termine. Enel ha ottenuto una posizione di leadership tramite una strategia fondata sulla valorizzazione delle opportunità di business connesse ai trend dell’urbanizzazione, dell’elettrificazione della domanda e della risultante profonda decarbonizzazione, al fine di cogliere le opportunità che scaturiscono dalla transizione energetica globale, attualmente in corso, e di svolgere un ruolo attivo in questa grande sfida globale.