Le rinnovabili spingono la crescita di Enel nei primi nove mesi del 2018, utile netto ordinario a +11,8%

Published on martedì, 6 novembre 2018 17:39

·       Ricavi a 55.246 milioni di euro (54.188 milioni di euro nei primi nove mesi del 2017, +2,0%)

-      In aumento principalmente per le variazioni di perimetro dovute all’acquisizione di Eletropaulo a giugno 2018 e di EnerNOC, oggi Enel X North America, ad agosto 2017, e per maggiori proventi nella distribuzione in Italia e Spagna, che hanno più che compensato la riduzione dei volumi delle attività di trading su commodities e l’effetto cambi negativo, in particolare in Sud America

·       EBITDA a 12.134 milioni di euro (11.450 milioni di euro nei primi nove mesi del 2017, +6,0%)

-      L’incremento è dovuto principalmente alla crescita delle rinnovabili, ai proventi derivanti dalla cessione dell’80% del capitale di otto società-progetto in Messico, all’aumento dei margini realizzati in Brasile dopo l’acquisizione di Eletropaulo e negli USA dopo l’acquisizione di EnerNOC, nonché nella distribuzione in Italia e Spagna e nei mercati finali in Italia, Spagna e Romania

·       EBITDA ordinario a 12.006 milioni di euro (11.306 milioni di euro nei primi nove mesi del 2017, +6,2%) al netto delle partite straordinarie dei periodi a confronto

·       EBIT a 7.438 milioni di euro (7.217 milioni di euro nei primi nove mesi del 2017, +3,1%)

-       In crescita per effetto del miglioramento dell’EBITDA, che ha più che compensato l’aumento degli ammortamenti, dovuto principalmente all’applicazione del principio IFRS 15, e gli adeguamenti di valore del periodo

·       Risultato netto del Gruppo a 3.016 milioni di euro (2.621 milioni di euro nei primi nove mesi del 2017, +15,1%)

-      Riflette l’incremento dell’EBIT e il minor peso degli oneri finanziari, principalmente riconducibile all’efficiente gestione delle passività finanziarie

·       Utile netto ordinario del Gruppo a 2.888 milioni di euro (2.583 milioni di euro nei primi nove mesi del 2017, +11,8%)

·      Indebitamento finanziario netto a 43.122 milioni di euro (37.410 milioni di euro a fine 2017,

+15,3%)

-      In aumento per effetto delle acquisizioni realizzate nel periodo, in particolare della società brasiliana Eletropaulo, dell’offerta pubblica di acquisto sulla totalità delle azioni della controllata Enel Generación Chile, realizzata nell’ambito del processo di riorganizzazione delle partecipazioni societarie del Gruppo in Cile, del pagamento dei dividendi relativi all’esercizio 2017, degli investimenti del periodo e dell’effetto cambi negativo

·       Deliberato un acconto sul dividendo 2018 pari a 0,14 euro per azione, in pagamento dal 23 gennaio 2019, in crescita del 33% rispetto all’acconto distribuito a gennaio di quest’anno

-      Il CdA Enel conferma la politica di acconto sui dividendi per l’esercizio 2018, prevista dal Piano Strategico 2018-2020

-      Per l’esercizio 2018, previsto un dividendo complessivo pari all’importo più elevato tra 0,28 euro per azione e il 70% dell’utile netto ordinario del Gruppo Enel

Francesco Starace, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Enel, ha così commentato: “Nei primi nove mesi del 2018, Enel ha continuato a registrare solidi risultati, con un incremento a due cifre dell’utile netto rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Le rinnovabili sono state ancora una volta alla base della positiva performance di Gruppo, mentre la diversificazione geografica è stata determinante per affrontare l’evoluzione negativa di alcuni tassi di cambio. Oltre alla forte crescita delle rinnovabili, i migliori margini registrati nelle attività di distribuzione e vendita in Italia e Spagna, l’acquisizione di Eletropaulo, società di distribuzione di San Paolo in Brasile, e l’espansione di Enel X in Nord America hanno contribuito all’incremento dei risultati nei primi nove mesi del 2018. Durante il periodo, è stata inoltre perfezionata la vendita della partecipazione di maggioranza per 1,8 GW di capacità rinnovabile in Messico per 1,4 miliardi di dollari USA, mantenendo la gestione operativa degli impianti in linea con il modello ‘Build, Sell and Operate’ (BSO). Nel gennaio del 2019 distribuiremo un acconto sul dividendo di un terzo più remunerativo rispetto all’acconto pagato quest’anno sui risultati del 2017. La performance di Gruppo registrata nei primi nove mesi del 2018 ci permette di confermare i nostri target di EBITDA e risultato netto di fine anno.”

Enel S.p.A. procede alla diffusione al pubblico delle informazioni regolamentate mediante l’utilizzo dello SDIR NIS, gestito da BIt Market Services, società del Gruppo London Stock Exchange, avente sede in Piazza degli Affari n. 6, Milano. Enel S.p.A. per lo stoccaggio delle informazioni regolamentate diffuse al pubblico, ha aderito, a far data dal 1° luglio 2015, al meccanismo di stoccaggio autorizzato denominato “eMarket Storage, consultabile all’indirizzo www.emarketstorage.com, gestito dalla suindicata BIt Market Services S.p.A. e autorizzato dalla Consob con delibera n. 19067 del 19 novembre 2014. Dal 19 maggio 2014 al 30 giugno 2015 Enel S.p.A. si è avvalsa al meccanismo di stoccaggio autorizzato denominato “1Info” consultabile all’indirizzo www.1info.it, gestito da Compurteshare S.p.A. con sede legale in Milano e autorizzato da Consob con delibera n. 18852 del 9 aprile 2014.