Enel Green Power, al via due nuovi impianti eolici da 620 MW negli Stati Uniti

Published on giovedì, 27 dicembre 2018

·         Il parco eolico di Rattlesnake Creek da 320 MW nel Nebraska venderà energia a Facebook e Adobe, mentre quello di Diamond Vista da circa 300 MW, nel Kansas, rifornirà Kohler, Tri-County Electric Cooperative dell’Oklahoma e City Utilities of Springfield

 

·         Enel ha investito circa 430 milioni di dollari USA nella costruzione di Rattlesnake Creek e circa 400 milioni USA per costruire Diamond Vista

 

·         Con questi due impianti, la capacità rinnovabile totale messa in rete da Enel Green Power da gennaio 2018 a oggi in tutto il mondo ammonta a circa 2,6 GW, di cui oltre 830 MW nel Nord America

 

Roma - Boston, 27 dicembre 2018Enel, attraverso la sua controllata statunitense per le rinnovabili Enel Green Power North America, Inc. (“EGPNA”), ha avviato le attività dei parchi eolici di Rattlesnake Creek da 320 MW, il suo primo impianto eolico nello stato americano del Nebraska, e di Diamond Vista, di circa 300 MW, nel Kansas. Insieme, i due nuovi impianti genereranno circa 2.600 GWh l’anno e portano a circa 2,6 GW la capacità rinnovabile totale che Enel Green Power ha messo in rete quest’anno in tutto il mondo, di cui oltre 830 MW nel Nord America.

“Con il completamento di Rattlesnake Creek e Diamond Vista, abbiamo aggiunto oltre 800 MW di nuova capacitò eolica solo negli Stati Uniti e solo nel 2018, rafforzando la nostra crescita nel paese e confermando la nostra posizione quale partner privilegiato di clienti industriali e commerciali” ha commentato Antonio Cammisecra, responsabile di Enel Green Power. “Questi impianti evidenziano ulteriormente la nostra capacità di sviluppare soluzioni personalizzate per rispondere al meglio alle esigenze energetiche rinnovabili dei nostri clienti”.

La produzione del parco eolico di Rattlesnake Creek, ubicato nella Contea di Dixon, in Nebraska, è interamente coperta da accordi di fornitura (PPA) a lungo termine, in base ai quali Adobe acquisterà l’energia prodotta da una porzione di 10 MW dell’impianto fino al 2028 e Facebook aumenterà gradualmente i propri acquisti fino a coprire l’intera produzione dell’impianto entro il 2029. L’accordo consente a Facebook di alimentare il suo data centre a Papillion, Nebraska, con energia prodotta al 100% da fonti rinnovabili. La costruzione di Rattlesnake Creek, che si prevede produrrà circa 1.300 GWh all’anno, richiederà un investimento di circa 430 milioni di dollari USA.

Il parco eolico di Diamond Vista, nelle contee di Marion e Dickinson, nel Kansas, è supportato da tre accordo di fornitura (PPA) a lungo termine distinti. L’elettricità e i crediti per l’energia rinnovabile prodotti da una porzione di 100 MW dell’impianto saranno venduti alla multinazionale manifatturiera Kohler Co. per coprire il 100% del fabbisogno elettrico annuo delle sue sedi statunitensi e canadesi, compresi 85 stabilimenti, uffici e depositi, e ridurre le sue emissioni di gas serra a livello globale di oltre il 25%. Inoltre, l’energia generata e i crediti per le rinnovabili di un’altra porzione di 100 MW dell’impianto verranno cedute alla City Utilities of Springfield, mentre l’energia e i crediti relativi ad una porzione di 84 MW andranno alla Tri-County Electric Cooperative dell’Oklahoma. La costruzione dell’impianto di Diamond Vista, che a regime dovrebbe generare circa 1.300 GWh l’anno, ha richiesto un investimento di circa 400 milioni di dollari USA.

 

Infine, EGPNA ha siglato un accordo di tax equity con Bank of America Merrill Lynch e J.P. Morgan relativo ai parchi eolici di Rattlesnake Creek e Diamond Vista. Le due banche di investimento acquisteranno il 100% delle partecipazioni di “Classe B” dell’impianto da 320 MW di Rattlesnake Creek nel Nebraska per circa 334 milioni di dollari USA. In base ad un accordo distinto, Bank of America Merrill Lynch e J.P. Morgan acquisteranno il 100% delle partecipazioni di “Classe B” dell’impianto da 300 MW Diamond Vista nel Kansas, per un corrispettivo di circa 317 milioni di dollari USA. Enel mantiene il 100% della proprietà delle partecipazioni di “Classe A”, oltre al controllo sulla gestione e operazione dei due impianti.

Nell’ultimo anno Enel ha siglato PPA commerciali e industriali (C&I) negli Stati Uniti per circa 570 MW. A oggi, Enel ha perfezionato, in modo diretto e indiretto, contratti di fornitura energetica per oltre 1,2 GW negli Stati Uniti con clienti C&I. Tramite questi accordi, Enel è in grado di fornire soluzioni personalizzate ai suoi clienti corporate, con l’obiettivo di offrire loro accesso a lungo termine a fonti energetiche economiche, sostenibili e affidabili.

EGPNA fa parte di Enel Green Power ed è proprietario e gestore leader di impianti di energia rinnovabile nel Nord America, con centrali in esercizio e in costruzione in 24 stati USA e due province canadesi. Gestisce circa 100 impianti, per una capacità di circa 5 GW prodotta da fonti rinnovabili idroelettriche, eoliche, geotermiche e solari. Nel 2017, la società è stata l’operatore rinnovabile che è cresciuto più rapidamente negli Stati Uniti, portando in rete circa 1,2 GW di capacità. Attualmente è il più grande operatore eolico nel Kansas e in Oklahoma.

Enel Green Power è la business line del Gruppo Enel specializzata nello sviluppo e gestione di rinnovabili in tutto il mondo, con una presenza in Europa, Americhe, Asia, Africa e Oceania. Leader mondiale nel settore dell'energia green, con una capacità gestita di circa 43 GW e un mix di generazione che include l’eolico, il solare, la geotermia e l'energia idroelettrica, Enel Green Power è all'avanguardia nell'integrazione di tecnologie innovative in impianti rinnovabili.