Enel Green Power cede a F2i il 50% nella joint venture EF Solare Italia

Published on venerdì, 21 dicembre 2018 18:56

  • EGP ha venduto la sua quota nella joint venture specializzata nell’acquisizione e gestione di impianti solari in Italia al suo partner per un corrispettivo di 214 milioni di euro
  • EF Solare Italia è il primo operatore solare in Italia, con un portafoglio di circa 410 MW e un enterprise value di circa 1,3 miliardi di euro, di cui circa 430 milioni di euro in equity e circa 900 milioni di euro in debito
  • In Italia, il Gruppo Enel concentrerà le proprie risorse sullo sviluppo e la costruzione di nuovi impianti

 

Roma, 21 dicembre 2018 – In data odierna, Enel S.p.A. (“Enel”), attraverso la controllata Enel Green Power S.p.A. ("EGP"), ha venduto la sua quota del 50% nella joint venture EF Solare Italia S.p.A. (“EFSI”), detenuta tramite Marte S.r.l., una società interamente controllata da EGP, all’altro partner della joint venture, F2i SGR S.p.A. ("F2i"), per un corrispettivo di 214 milioni di euro. Secondo quanto previsto dall’accordo di compravendita, EFSI, che acquista e gestisce impianti solari in esercizio in Italia, ha un enterprise value di circa 1,3 miliardi di euro, di cui circa 430 milioni di equity value e circa 900 milioni di indebitamento verso terzi.

Antonio Cammisecra, responsabile di Enel Green Power, ha commentato: “Con questa vendita cogliamo le opportunità offerte da uno scenario di mercato favorevole agli asset solari in Italia per liberare risorse a sostegno dello sviluppo e costruzione di nuovi impianti. Attualmente siamo alla ricerca di progetti rinnovabili in Italia per essere pronti ad accompagnare lo sviluppo greenfield del Paese con le altre nostre opportunità di crescita basate sul ripotenziamento degli impianti e l’innovazione tecnologica”.

La vendita della quota di EGP in EFSI rientra nella strategia di gestione attiva del portafoglio del Gruppo Enel, che prevede una riallocazione delle risorse finanziarie da reimpiegare in iniziative caratterizzate da maggiori margini di crescita potenziale per il Gruppo. In Italia, Enel sta trasferendo risorse verso nuovi progetti rinnovabili piuttosto che acquisire asset già operativi.

Il corrispettivo di 214 milioni di euro è stato interamente versato al perfezionamento dell’operazione, generando un corrispondente impatto positivo sull'indebitamento finanziario netto di Gruppo[1]. Il prezzo è soggetto ad aggiustamenti in linea con le prassi di norma adottate per simili operazioni.

Costituita nel 2015 con l'obiettivo di consolidare il mercato italiano del fotovoltaico tramite l'acquisizione di impianti operativi, EFSI è il primo operatore solare in Italia con 130 impianti fotovoltaici attivi su tutto il territorio nazionale per una capacità installata totale di 410 MW.

In Italia Enel possiede e gestisce oltre 14 GW di impianti rinnovabili, tra cui oltre 12,4 GW di idroelettrico, circa 772 MW di eolico, circa 763 MW di impianti geotermici e circa 20 MW di solare.

Enel Green Power è la Business Line del Gruppo Enel specializzata nello sviluppo e gestione di impianti da fonti rinnovabili in tutto il mondo, con una presenza in Europa, Americhe, Asia, Africa e Oceania. Leader mondiale nel settore dell'energia pulita, con una capacità gestita di circa 43 GW e un mix di generazione che include l’eolico, il solare, la geotermia, e l'energia idroelettrica, Enel Green Power è all'avanguardia nell'integrazione di tecnologie innovative in impianti rinnovabili.

 

[1] Al riguardo, si consideri che EFSI era controllata congiuntamente da EGP e F2i e, quindi, non consolidata nei rendiconti finanziari del Gruppo Enel.

PDF (0.12MB)DOWNLOAD

Enel S.p.A. procede alla diffusione al pubblico delle informazioni regolamentate mediante l’utilizzo dello SDIR NIS, gestito da BIt Market Services, società del Gruppo London Stock Exchange, avente sede in Piazza degli Affari n. 6, Milano. Enel S.p.A. per lo stoccaggio delle informazioni regolamentate diffuse al pubblico, ha aderito, a far data dal 1° luglio 2015, al meccanismo di stoccaggio autorizzato denominato “eMarket Storage, consultabile all’indirizzo www.emarketstorage.com, gestito dalla suindicata BIt Market Services S.p.A. e autorizzato dalla Consob con delibera n. 19067 del 19 novembre 2014. Dal 19 maggio 2014 al 30 giugno 2015 Enel S.p.A. si è avvalsa al meccanismo di stoccaggio autorizzato denominato “1Info” consultabile all’indirizzo www.1info.it, gestito da Compurteshare S.p.A. con sede legale in Milano e autorizzato da Consob con delibera n. 18852 del 9 aprile 2014.