L’assemblea straordinaria di Enel Americas approva un aumento di capitale da 3 miliardi di dollari USA

Published on martedì, 30 aprile 2019 23:21

Roma, 30 aprile 2019 – Enel S.p.A. (“Enel” o la “Società”) informa che l’Assemblea straordinaria degli azionisti della controllata cilena Enel Américas S.A. (“Enel Américas”), di cui Enel possiede il 56,42% del capitale, ha approvato in data odierna un aumento del capitale sociale pari a 3 miliardi di dollari USA. Tale aumento verrà realizzato attraverso l’emissione di nuove azioni, che saranno offerte in opzione ai soci in proporzione al numero di azioni da essi possedute e che dovranno essere sottoscritte interamente in denaro.

Attraverso tale aumento di capitale, Enel Américas intende potenziare la propria posizione finanziaria per perseguire nuove opportunità di crescita organiche e inorganiche, sia attraverso minority buyout sia tramite attività di M&A, ottimizzando i flussi di cassa e migliorando il livello di indebitamento. Inoltre, l’aumento di capitale consentirà un incremento del flottante e della capitalizzazione di Enel Américas.

In relazione a tale aumento di capitale, Enel conferma la propria intenzione di sottoscrivere, subordinatamente alle condizioni di mercato, azioni di Enel Américas corrispondenti alla sua attuale partecipazione nella società, esercitando il proprio diritto di opzione.

Enel S.p.A. procede alla diffusione al pubblico delle informazioni regolamentate mediante l’utilizzo dello SDIR NIS, gestito da BIt Market Services, società del Gruppo London Stock Exchange, avente sede in Piazza degli Affari n. 6, Milano. Enel S.p.A. per lo stoccaggio delle informazioni regolamentate diffuse al pubblico, ha aderito, a far data dal 1° luglio 2015, al meccanismo di stoccaggio autorizzato denominato “eMarket Storage, consultabile all’indirizzo www.emarketstorage.com, gestito dalla suindicata BIt Market Services S.p.A. e autorizzato dalla Consob con delibera n. 19067 del 19 novembre 2014. Dal 19 maggio 2014 al 30 giugno 2015 Enel S.p.A. si è avvalsa al meccanismo di stoccaggio autorizzato denominato “1Info” consultabile all’indirizzo www.1info.it, gestito da Compurteshare S.p.A. con sede legale in Milano e autorizzato da Consob con delibera n. 18852 del 9 aprile 2014.