My Best Failure: il valore dell'errore

Pubblicato venerdì 4 marzo 2016

“My Best Failure incarna il nostro spirito Open Power. Spingersi alla ricerca di prodotti e soluzioni nuove significa correre il rischio di sbagliare, avere il coraggio di battere strade non conosciute”

– Ernesto Ciorra, Direttore Innovazione e Sostenibilità di Enel

Quando l'errore serve al successo

Rivoluzionare i processi per gestire il magazzino, progettandoli a tavolino, per poi scoprire che i colleghi con più esperienza avevano già in mente soluzioni molto più efficaci che aspettavano solo di essere attuate. Cercare nuove idee per progetti di compensazione ambientale, scartandone una “troppo” innovativa, per poi vederla applicata con successo da un competitor.

Gli esempi di “errori di successo” condivisi attraverso My Best Failure hanno un comune denominatore: chi ha compiuto lo sbaglio lo ha colto come occasione per imparare e per riprendere con maggiore slancio l'iniziativa.

L'obiettivo e il tentativo, l'errore e l'insegnamento. È semplice il modo con il quale ci raccontiamo a vicenda le occasioni in cui un fallimento ha rappresentato un'opportunità di miglioramento che riteniamo possa essere utile al lavoro di tutti.

Premiamo chi sbaglia

My Best Failure è un'iniziativa che incarna il nostro spirito Open Power. Spingersi alla ricerca di prodotti e soluzioni nuove significa correre il rischio di sbagliare, avere il coraggio di battere strade non conosciute.

Cristoforo Colombo cercava le Indie e scoprì le Americhe ed è forse l'errore di successo più rivoluzionario della storia. Ma è lungo l'elenco di oggetti e strumenti comuni nati grazie al coraggio di chi non ha avuto il timore di sbagliare: gli penumatici e la celluloide, i Post-it e il telecomando della tv sono solo alcuni degli esempi più noti.

Mente aperta, disponibilità al cambiamento e perseveranza sono tratti distintivi di ogni grande innovazione. Per questo premiamo chi condivide i propri insuccessi nella consapevolezza di poter così contribuire al miglioramento proprio e dei colleghi.

La piattaforma My Best Failure permette infatti di votare gli errori ritenuti più utili. Gli autori dei primi dieci “errori di successo” avranno l'opportunità di collaborare con una delle start-up partner di Enel o in un'unità del Gruppo diversa da quella di appartenenza come riconoscimento e incoraggiamento all'apertura dimostrata verso novità e cambiamento.