La transizione energetica è un vero e proprio processo di trasformazione, che permette di contribuire in maniera fattiva a una traiettoria sostenibile di sviluppo nel lungo termine, di realizzare una crescita più inclusiva e rispettosa dell’ambiente e di trovare sempre nuove soluzioni alle esigenze dei clienti. Nuove forme dell’energia che possono disegnare un nuovo modello di business, traendo valore dai trend dell’urbanizzazione, dell’elettrificazione, della digitalizzazione e della decarbonizzazione.

Nel nuovo Piano 2019-2021, fondato su pilastri industriali ed ESG, il Gruppo conferma i princípi fondamentali della propria strategia, con un’ulteriore evoluzione e accelerazione nella relativa attuazione. Un Piano che permette di coniugare culture e obiettivi diversi all’interno dello stesso Gruppo, business maturi e attività da avviare, promuovendo l’applicazione del modello di business sostenibile lungo tutta la catena del valore ai 17 obiettivi di sviluppo sostenibile (SDG). Enel promuove il raggiungimento di tali obiettivi sia allineando la propria strategia a quanto definito dalle Nazioni Unite sia misurando e gestendo il proprio contributo diretto al conseguimento di tali obiettivi.

Enel ha, quindi, l’obiettivo ambizioso di guidare la transizione energetica con la relativa elettrificazione dei consumi, attraverso un Piano caratterizzato da tutti gli aspetti dell’energia del futuro: l’efficienza, la flessibilità, la digitalizzazione, lo sviluppo della mobilità elettrica e l’integrazione delle rinnovabili, ma anche il nuovo ruolo dei clienti, non più utenti passivi bensì attori protagonisti, consapevoli ed esigenti.