Vila Olímpia, il futuro delle città è a San Paolo

Vila Olímpia, il futuro delle città è a San Paolo

Il progetto Urban Futurability, lanciato da Enel a San Paolo, pone il quartiere di Vila Olímpia all’avanguardia della tecnologia grazie al Network Digital Twin, una replica virtuale della rete elettrica.

{{item.title}}

Quella che fino agli anni Trenta era una zona rurale e marginale nell’area metropolitana di San Paolo, in Brasile, oggi è chiamata “la Silicon Valley paulista”: è Vila Olímpia, uno dei principali centri finanziari del Brasile ma soprattutto un modello di quartiere del futuro, tecnologicamente all’avanguardia. E adesso lo sarà ancora di più grazie al nuovo progetto di Enel, avveniristico già dal nome: Urban Futurability.

 

Il gemello digitale

Il cuore dell’iniziativa è la realizzazione di un Network Digital Twin, il primo di tutto il Sud America: il “gemello” è un modello digitale tridimensionale che replica fedelmente l’infrastruttura elettrica locale, dai singoli elementi fisici fino alle dinamiche più complesse del suo funzionamento. La simulazione è possibile soprattutto grazie a una rete di circa 5000 sensori installati sulla rete fisica, che trasmettono in tempo reale le informazioni sullo stato della rete sia al Distributore sia agli stakeholder locali.

Il Network Digital Twin è una tecnologia dell’Industria 4.0 che integra automazione di rete e intelligenza artificiale, Internet of Things e modellazione 3D. Ed è una tecnologia “buona”, perché migliora la qualità del servizio. Saranno per esempio molto più facili le ispezioni alla rete (effettuate anche con l’ausilio di realtà aumentata) e si potrà passare dalla manutenzione correttiva, che consiste nel riparare rapidamente i guasti, a quella preventiva, che permette di intervenire “anticipando” un rischio, prima che si materializzi. Così il sistema potrà prevedere se elementi esterni, come gli alberi vicini ai cavi, possono interferire con l’attività della rete, consentendo di risolvere il problema in anticipo.

È la creazione di un ecosistema urbano aperto e condiviso, nel quale l’energia diventa un servizio e grazie a piattaforme digitali evolute le informazioni e i dati provenienti dall’infrastruttura elettrica sono resi disponibili in tempo reale, promuovendo consapevolezza sull’uso dell’energia, efficienza, risparmio.

 

Un laboratorio vivente della rivoluzione energetica

Il nostro Gruppo, che vanta un’esperienza ventennale nella ricerca e nell’implementazione di smart meter e smart grid, ha una posizione pionieristica anche in materia di Network Digital Twin: è stata la prima azienda al mondo a lanciare un Innovation Lab, quello di Haifa, dedicato proprio alla ricerca in questo ambito. Uno dei primi frutti di questa esperienza vedrà la luce proprio a Vila Olímpia.

La data di nascita ufficiale di Urban Futurability è il 9 ottobre 2019. A presentare il progetto a San Paolo sono stati, tra gli altri, il CEO e General Manager di Enel Francesco Starace e Livio Gallo, direttore Divisione Globale Infrastrutture e Reti. Il progetto sarà realizzato in collaborazione con le amministrazioni locali e con l’Agência Nacional de Energia Elétrica (Aneel), l’autorità regolatoria nazionale che ha contribuito con un finanziamento nell’ambito del suo programma di ricerca e sviluppo.

La scelta geografica non è casuale. Il Brasile è il più grande Paese del Sud America e uno dei mercati in cui il nostro Gruppo sta crescendo di più. San Paolo è la capitale economica del Paese e la città più grande dell’emisfero Sud, ma anche la prima città al mondo per numero di clienti di Enel, oltre sette milioni. E Vila Olímpia è uno dei quartieri più moderni e tecnologici di San Paolo: il contesto ideale da cui partire per esportare un esempio virtuoso nel resto del continente. Secondo Livio Gallo, infatti, “le megalopoli come San Paolo possono essere laboratori viventi della rivoluzione dell’energia 4.0”.

 

Città intelligenti, sostenibili, resilienti

Le città sono responsabili di due terzi dei consumi energetici al mondo e del 70% delle emissioni di anidride carbonica; d’altra parte sono particolarmente vulnerabili alle conseguenze della crisi climatica. E, nelle parole di Gallo, “le reti elettriche sono la più importante infrastruttura urbana: è fondamentale renderle più flessibili per aumentare la resilienza complessiva delle città. In questo senso, il gemello digitale aiuta anche a capire come la rete possa reagire nel modo migliore ad avvenimenti imprevisti come gli eventi meteorologici estremi, sempre più frequenti e intensi“.

Inoltre le reti digitalizzate permettono di integrare sempre più energia da fonti rinnovabili e favoriscono il ruolo attivo dei clienti, che oltre a consumare energia la producono, tipicamente con uno o più pannelli fotovoltaici sul tetto. Si concretizza così la trasformazione dei clienti da utenti passivi in protagonisti della gestione della rete, una delle novità più dirompenti della transizione energetica in atto.

 

Sostenibilità e circolarità delle smart city

Guardando al futuro, il Network Digital Twin fungerà anche da laboratorio in cui sarà possibile sperimentare tecnologie avanzate per servizi nuovi, aprendo così le porte alle smart city. E permetterà una migliore progettazione urbanistica, rendendo le città sempre più intelligenti ed efficienti e migliorando la qualità della vita degli abitanti.

Il progetto di Vila Olímpia contribuirà alla tutela dell’ambiente aumentando l’efficienza energetica e riducendo quindi sia le emissioni di gas serra sia l’inquinamento atmosferico che attanaglia le grandi città. Ma la sostenibilità del progetto non si ferma qui: i lavori saranno condotti in base ai criteri del cantiere sostenibile, attento a minimizzare gli impatti ambientali e a favorire il riciclo e il riuso dei materiali. Sempre in un’ottica di economia circolare, i vani sotterranei in cui sono alloggiati i trasformatori saranno realizzati in plastica riciclata anziché in cemento. La nostra visione, infatti, va già al di là delle smart city: lo sviluppo più armonioso di una città intelligente in termini di sostenibilità è la città circolare.

In un secondo momento, poi, è prevista a Vila Olímpia l’implementazione di altre soluzioni per l’efficienza e la sostenibilità, come una rete di infrastrutture e servizi per i veicoli elettrici e un sistema di illuminazione intelligente sviluppati da Enel X: il quartiere del futuro ha un futuro sostenibile.

Questo sito si avvale di cookie analytics e di profilazione, propri e di terzi, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy Accetta e chiudi