Prima le persone: diversità e inclusione per creare valore

Prima le persone: diversità e inclusione per creare valore

Valorizzare le diversità e promuovere l’inclusione rappresentano un’opportunità per innovare, migliorare l’ambiente di lavoro e favorire la produttività di un’azienda.

La valorizzazione delle diversità e l’inclusione rappresentano un’opportunità per creare valore. In ambito aziendale, per esempio, si risolvono in un vantaggio economico: innanzitutto capitalizzano il valore che c’è in ognuno e contribuiscono a creare un ambiente di lavoro più sereno e produttivo. Inoltre la presenza di punti di vista diversi è un motore di innovazione che, a sua volta, genera altro valore. E ancora, un’azienda attenta a diversità e inclusione tende a calamitare il talento e diventa più attrattiva verso l’esterno.

Lo confermano i risultati di alcuni studi, come un documento di McKinsey dal titolo “Delivering through Diversity” (2018) secondo cui le aziende che realizzano iniziative in favore della diversità di genere e quelle che presentano una composizione etnica mista hanno possibilità di successo superiori rispetto alle altre, rispettivamente del 15% e del 35%. Il rapporto “The Disability Inclusion Advantage”, realizzato da Accenture nel 2018, dimostra poi come le aziende che eccellono nell’inclusione lavorativa delle persone con disabilità abbiano in media ricavi superiori del 28% rispetto alle altre.

 

Il Piano di sostenibilità e gli obiettivi da raggiungere

Le aziende più attente al tema si impegnano in modo concreto. È il caso di Enel che nel proprio Piano di Sostenibilità 2019-2021 ha inserito diversità e inclusione fra i parametri in base a cui misurare gli obiettivi da raggiungere.

Il nostro percorso è iniziato nel 2013 con la pubblicazione della Policy sui Diritti Umani ed è proseguito nel 2015 con l’adesione ai principi del WEP (Women’s Empowerment Principles) promossi da UN Global Compact e UN Women e l’emissione nello stesso anno della Policy Diversità e Inclusione, un documento che traduce in principi la nostra filosofia di inclusione e valorizzazione delle diversità definendo un set di azioni specifiche che toccano in particolare le diversità di genere, età, nazionalità e disabilità e la cultura dell'inclusione a tutti i livelli e in tutti i contesti organizzativi. 

Inoltre, dal 2016, è stata istituita l’unità globale People Care and Diversity Management che svolge il ruolo di indirizzo e supervisione dell’adozione della Policy, promuovendo iniziative e progetti con un budget specifico.

Per le pari opportunità legate al genere vogliamo rimuovere gli ostacoli lavorativi legati alla maternità con programmi specifici e attività di formazione per i neogenitori, in modo da favorire un giusto equilibrio tra vita privata e professionale. Collaboriamo inoltre con le scuole e le università per promuovere le carriere tecniche e scientifiche delle ragazze con iniziative come Women in Tech e ci siamo prefissati di garantire, entro il 2020, un’equa rappresentazione dei generi nei processi di selezione interna ed esterna. 

Per quanto riguarda le differenze di età le nostre iniziative sono bidirezionali: da un lato abbiamo lanciato programmi di tutoraggio per i nuovi assunti, dall’altro organizziamo attività di knowledge sharing per la condivisione delle competenze digitali e delle conoscenze organizzative tra i colleghi di diverse generazioni. Altri programmi di inserimento sono previsti per chi si trasferisce a lavorare in un altro Paese all’interno del nostro Gruppo, in modo da facilitare il contatto interculturale e valorizzare le differenze di nazionalità.

Numerose e importanti le nostre iniziative dedicate alle disabilità: facilitazioni per gli spostamenti lavorativi dei colleghi con difficoltà motorie, punti di ristoro riprogettati per migliorarne l’accessibilità, attività per favorire lo sviluppo professionale di tutti, tecnologie di riconoscimento e sintesi vocale per facilitare la comunicazione alle persone sorde e l’uso sempre più esteso di audiodescrizioni per ciechi o ipovedenti, di sottotitoli e traduzioni nella lingua dei segni.

 

Una cultura da diffondere

Le iniziative pratiche, però, non basterebbero se non fossero accompagnate da una cultura diffusa sulla diversità e l’inclusione. Per questo siamo impegnati a sostenere un’opera di sensibilizzazione in tutti i contesti organizzativi, anche grazie all’impegno del management aziendale. 

In questo contesto, ogni anno organizziamo un evento speciale chiamato Diversity & Inclusion Days. Dopo la valorizzazione di tutte le diversità nel 2017 e l’importanza del valore di ognuno per le persone e per il business nel 2018, l’anno scorso il focus è stato dedicato al valore dei comportamenti inclusivi: il titolo scelto per queste giornate è “Inclusion Ongoing” per porre l’attenzione sul fatto che il processo per realizzare il concetto di inclusione = valore è in divenire e richiede il  coinvolgimento attivo e la responsabilizzazione di tutti come agenti di comportamenti inclusivi e promotori della cultura dell’inclusione nell’organizzazione. 

L’evento principale di Inclusion Ongoing si è tenuto a Roma e si è articolato in una serie di sessioni plenarie e workshop che hanno visto la partecipazione di numerosi ospiti, testimoni esterni e manager Enel che si sono alternati  nel nostro Auditorium definendo un percorso alla scoperta dei diversi modi in cui l’inclusione crea valore per il business e di come si traduce nei comportamenti concreti. Come i precedenti anni l’evento si è tenuto in occasione di una delle giornate internazionali dedicate alla D&I, quest’anno in particolare in corrispondenza della Giornata mondiale della disabilità.

 “Le persone vengono prima per definizione: siamo tutti diversi, ascoltare significa provare empaticamente a capire gli altri” ha spiegato Francesca Di Carlo, Direttore People and Organisation del nostro Gruppo. 

Contestualmente abbiamo anche lanciato la nuova campagna di sensibilizzazione intitolata Inclusi-ON: il gioco di parole ricorda che l’inclusione è un atteggiamento che va attivato, acceso, e che ognuno ha la responsabilità di farlo. Per questo, come è emerso anche ai Diversity & Inclusion Days, occorre “spegnere” ogni atteggiamento giudicante e affidarsi all’empatia, la capacità emotiva di mettersi nei panni dell’altro e guardare il mondo anche attraverso i suoi occhi.

In contemporanea, nelle principali sedi Enel dei diversi Paesi, abbiamo realizzato, come già nel 2018, attività informative ed esperienziali aperte a tutti per allenare i comportamenti inclusivi e sperimentare la ricchezza che può essere sprigionata dai cambiamenti di prospettiva.

Questo sito si avvale di cookie analytics e di profilazione, propri e di terzi, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy Accetta e chiudi