ENEL: TRASFERITO A WEATHER IL CONTROLLO DI WIND

  •  Completata la prima fase dell’operazione di cessione di Wind alla cordata Weather.
  •  Enel ha trasferito a Weather il 62,75% del capitale di Wind per un corrispettivo di 2.986 milioni di euro, deconsolidando l’indebitamento di Wind per circa 7 miliardi di euro.
  • Enel è entrata nel capitale di Weather con una partecipazione del 5,2%, per un controvalore di 305 milioni di euro.  


Roma, 11 agosto 2005 – Enel S.p.A. (Enel) e Weather Investments S.r.l. (Weather), società che fa capo all’imprenditore Naguib Sawiris, hanno completato gli adempimenti relativi alla prima fase dell’operazione di cessione di Wind Telecomunicazioni S.p.A. (Wind) a Weather, secondo quanto previsto nel contratto stipulato tra le parti il 26 maggio 2005 ed a seguito dell’approvazione dell’operazione da parte delle Autorità competenti.

In particolare, oggi Enel Investment Holding B.V. (società interamente posseduta da Enel) ha trasferito ad una società controllata da Weather il 62,75% del capitale di Wind per un corrispettivo di 2.986 milioni di euro, consentendo in tal modo ad Enel di deconsolidare contestualmente l’indebitamento di Wind per un ammontare di circa 7 miliardi di euro.

In precedenza Sawiris ha invece ceduto ad un’altra controllata di Weather una partecipazione del 50% più un’azione del capitale di Orascom Telecom Holding, società di telecomunicazioni quotata presso le Borse di Londra e del Cairo.

Enel ha inoltre sottoscritto un aumento del capitale di Weather per un importo di 305 milioni di euro, acquisendo una partecipazione del 5,2% in tale società.

L’accordo siglato nello scorso mese di maggio riconosce ad Enel e Weather la titolarità di reciproche opzioni di put and call in base alle quali, nel periodo compreso tra il 15 gennaio 2006 e il 30 giugno 2006, Enel potrà cedere e Weather potrà acquisire la quota residua (37,25%) posseduta da Enel nel capitale di Wind. Enel, quindi, in base all’esercizio di tali opzioni, potrà ricevere un corrispettivo costituito da 328 milioni di euro in contanti e da un’ulteriore porzione del capitale di Weather, entrando così in possesso di una partecipazione complessiva del 26,1% di tale società per un controvalore di circa 1.960 milioni di euro.

In base ai dati consolidati 2004, approvati dall’assemblea il 24 marzo 2005, Wind ha registrato ricavi per 4.714 milioni di euro, in crescita del 7,6% rispetto ai 4.383 milioni di euro del 2003, un Ebitda (margine operativo lordo) pari a 1.554 milioni di euro, che segna un incremento del 53,8% rispetto ai 1.010 milioni di euro del 2003, e un Ebit (risultato operativo netto) pari a 41 milioni di euro rispetto al risultato negativo per 384 milioni di euro del 2003.

Microsoft Word - Closing Wind.doc

PDF (0.11MB) Scarica

Per la diffusione al pubblico e per lo stoccaggio delle informazioni regolamentate diffuse al pubblico, Enel S.p.A. si avvale del sistema di diffusione “eMarket SDIR” e del meccanismo di stoccaggio “eMarket Storage”, entrambi consultabili all’indirizzo www.emarketstorage.com e gestiti da Spafid Connect S.p.A., con sede in Foro Buonaparte 10, Milano. Suddetti sistemi sono autorizzati dalla Consob (delibera n. 19878 del 15 febbraio 2017 per il sistema di diffusione “eMarket SDIR” e delibera n. 19879 del 15 febbraio 2017 per il meccanismo di stoccaggio “eMarket Storage”).
Dal 19 maggio 2014 al 30 giugno 2015, Enel S.p.A. si è avvalsa del meccanismo di stoccaggio autorizzato denominato “1Info” consultabile all’indirizzo www.1info.it, gestito da Computershare S.p.A. con sede legale in Milano e autorizzato da Consob con delibera n. 18852 del 9 aprile 2014.