ENEL: FIRMATI DUE MEMORANDUM IN BULGARIA CON NEK E BULGARGAZ

I due memorandum costituiscono un passo importante per l’aumento fino a 1500 MW della capacità produttiva della centrale di Maritza East III e per la realizzazione di un gasdotto di collegamento tra Bulgaria e Italia lungo il “Corridoio 8”.

Sofia, 4 ottobre 2006 – Enel e NEK (la società nazionale per l’energia elettrica bulgara) hanno firmato oggi un Memorandum of Understanding per uno studio preliminare di fattibilità tecnica ed economica dell’aumento di potenza pari a 640 MW della centrale termoelettrica di Maritza East III e per la successiva implementazione congiunta del progetto.

Il MoU è stato firmato oggi dall’Amministratore delegato dell’Enel, Fulvio Conti, nonché dall’Amministratore delegato, Ljubomir Velkov, e dal direttore esecutivo di NEK, Mardik Papazian.

L’investimento stimato da Enel per la realizzazione del progetto è pari a circa 900 milioni di euro: esso sarà destinato alla introduzione delle più avanzate tecnologie di riduzione dell’impatto ambientale e permetterà al tempo stesso di massimizzare le sinergie con  l’impianto esistente. L’aumento di potenza, pari a 640 MW, sarà realizzato in prossimità delle attuali strutture della centrale, posseduta da Enel e NEK.

Il 16 giugno 2006 Enel ha annunciato l’acquisizione della partecipazione azionaria residua posseduta dalla statunitense Entergy in Maritza East III ed è così diventata titolare di una partecipazione del 73% sia in Maritza East III Power Company AD (la società che risulta titolare della omonima centrale) che in Maritza East 3 Operating Company AD (la società che gestisce la centrale stessa), mentre il rimanente del 27% del capitale di tali società risulta posseduto da NEK.

Il secondo MoU è stato firmato dall’Amministratore delegato dell’Enel, Fulvio Conti, e dal direttore esecutivo di Bulgargaz, Ljubomir Denchev, e prevede la realizzazione congiunta di un gasdotto di collegamento tra Bulgaria e Italia attraverso Macedonia e Albania, lungo il cosiddetto “Corridoio 8”. Tale corridoio è di importanza strategica per questi Paesi, che hanno firmato nell’aprile 2005 una dichiarazione congiunta di cooperazione nel campo delle infrastrutture energetiche.

I due MOU strategici per la Bulgaria sono stati firmati nel corso di una cerimonia davanti al Ministro per l’Economia e l’Energia Roumen Ovcharov.

Microsoft Word - MOU Maritza East 3.doc

PDF (1.25MB) Scarica

Per la diffusione al pubblico e per lo stoccaggio delle informazioni regolamentate diffuse al pubblico, Enel S.p.A. si avvale del sistema di diffusione “eMarket SDIR” e del meccanismo di stoccaggio “eMarket Storage”, entrambi consultabili all’indirizzo www.emarketstorage.com e gestiti da Spafid Connect S.p.A., con sede in Foro Buonaparte 10, Milano. Suddetti sistemi sono autorizzati dalla Consob (delibera n. 19878 del 15 febbraio 2017 per il sistema di diffusione “eMarket SDIR” e delibera n. 19879 del 15 febbraio 2017 per il meccanismo di stoccaggio “eMarket Storage”).
Dal 19 maggio 2014 al 30 giugno 2015, Enel S.p.A. si è avvalsa del meccanismo di stoccaggio autorizzato denominato “1Info” consultabile all’indirizzo www.1info.it, gestito da Computershare S.p.A. con sede legale in Milano e autorizzato da Consob con delibera n. 18852 del 9 aprile 2014.

Questo sito si avvale di cookie analytics e di profilazione, propri e di terzi, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy Accetta e chiudi