ENEL: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE INTEGRA L ORDINE DEL GIORNO DELL ASSEMBLEA

Roma, 11 aprile 2007 – Il Consiglio di Amministrazione dell’Enel, riunitosi oggi  sotto la presidenza di Piero Gnudi, ha provveduto ad integrare l’ordine del giorno dell’Assemblea già convocata per l’approvazione del bilancio dell’esercizio 2006.

A seguito di tale integrazione, l’Assemblea risulta quindi convocata per i prossimi 23 maggio (prima convocazione sia di parte ordinaria che straordinaria), 24 maggio (seconda convocazione di parte straordinaria) e 25 maggio (seconda convocazione di parte ordinaria e terza convocazione di parte straordinaria).

L’Assemblea sarà quindi chiamata a deliberare anche in merito ad alcuni adeguamenti dello statuto alle novità introdotte nel Testo Unico della Finanza (Decreto Legislativo n. 58/1998) da parte della Legge sulla tutela del risparmio (Legge n. 262/2005) e del relativo Decreto “correttivo” (Decreto Legislativo n. 303/2006).

Le modifiche statutarie risultano intese a garantire anzitutto la presenza nelle liste di candidati amministratori di un numero adeguato di soggetti in possesso dei requisiti di indipendenza stabiliti dalla legge, nonché ad assicurare la permanenza di tale numero anche nel corso del mandato. Si prevede inoltre che le liste di candidati amministratori debbano ricevere un adeguato numero di voti (non inferiore alla metà della percentuale richiesta per la presentazione delle liste stesse) affinché i soggetti in esse indicati possano essere nominati amministratori. Infine, vengono individuati i requisiti di professionalità del dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari.
 
Si segnala al riguardo che l’odierno Consiglio di Amministrazione, in base ai poteri ad esso conferiti dallo statuto, ha altresì provveduto a deliberare due modificazioni statutarie intese anch’esse ad uniformarne i contenuti alle novità introdotte nel Testo Unico della Finanza da parte della Legge sulla tutela del risparmio. Tali modifiche riguardano l’attribuzione della presidenza del Collegio Sindacale al Sindaco effettivo designato dalle minoranze azionarie, nonché la disciplina dei poteri individuali dei Sindaci. Le modifiche in questione sono state adottate da parte del Consiglio di Amministrazione trattandosi di ipotesi di mero adeguamento dello statuto a disposizioni di legge, mentre le modifiche statutarie che verranno sottoposte all’Assemblea secondo quanto sopra indicato lasciano margini di discrezionalità nella relativa configurazione, richiedendo quindi l’approvazione dei soci. 

L’Assemblea sarà inoltre chiamata a conferire un’apposita delega al Consiglio di Amministrazione per un aumento del capitale sociale di massimi 27.920.000 euro al servizio del Piano di stock option 2007, riservato ai dirigenti del Gruppo Enel. Si ricorda che le linee-guida di tale Piano sono state deliberate dal Consiglio di Amministrazione nella riunione del 27 marzo 2007 e saranno sottoposte all’approvazione della prossima Assemblea, secondo quanto già comunicato al mercato.

Microsoft Word - Integrazione odg assemblea Enel.doc

PDF (0.1MB) Scarica

Per la diffusione al pubblico e per lo stoccaggio delle informazioni regolamentate diffuse al pubblico, Enel S.p.A. si avvale del sistema di diffusione “eMarket SDIR” e del meccanismo di stoccaggio “eMarket Storage”, entrambi consultabili all’indirizzo www.emarketstorage.com e gestiti da Spafid Connect S.p.A., con sede in Foro Buonaparte 10, Milano. Suddetti sistemi sono autorizzati dalla Consob (delibera n. 19878 del 15 febbraio 2017 per il sistema di diffusione “eMarket SDIR” e delibera n. 19879 del 15 febbraio 2017 per il meccanismo di stoccaggio “eMarket Storage”).
Dal 19 maggio 2014 al 30 giugno 2015, Enel S.p.A. si è avvalsa del meccanismo di stoccaggio autorizzato denominato “1Info” consultabile all’indirizzo www.1info.it, gestito da Computershare S.p.A. con sede legale in Milano e autorizzato da Consob con delibera n. 18852 del 9 aprile 2014.

Questo sito si avvale di cookie analytics e di profilazione, propri e di terzi, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy Accetta e chiudi