ENEL: GNUDI INCONTRA IL MINISTRO DELLO SVILUPPO GRECO

Il Presidente dell’Enel ha illustrato al ministro Folias possibili opportunità di crescita nel mercato greco. La visita si è conclusa con un sopralluogo a Civitavecchia, dove Enel sta ultimando la conversione a carbone pulito della Centrale di Torrevaldaliga Nord.

Roma, 24 gennaio 2008 – Il presidente dell’Enel, Piero Gnudi, ha incontrato oggi a Roma il ministro dello Sviluppo greco, Christos Folias, con il quale ha esaminato il possibile contributo del gruppo alla crescita del mercato elettrico della Grecia.

Nel corso dell’incontro, Gnudi, accompagnato dal Direttore della divisione Internazionale, Carlo Tamburi, ha presentato a Folias i vantaggi offerti dall’introduzione del contatore elettronico e ha visitato con il ministro la sala controllo di Enel Distribuzione, che monitora il funzionamento della rete, il sistema di telecontrollo degli impianti e la telegestione di oltre 30 milioni di contatori elettronici.

Folias è stato poi informato sui programmi della ricerca Enel - dalla cattura e sequestro della CO2, alla filiera dell’idrogeno -  e sull’impegno del Gruppo nello sviluppo delle fonti rinnovabili, fronte strategico per la crescita di Enel anche in Grecia.

Infine, Gnudi ha presentato a Folias i risultati ottenuti con l’utilizzo delle tecnologie del  carbone pulito per le grandi produzioni.

La visita del ministro si è conclusa con il trasferimento al cantiere più grande d’Europa quello della centrale di Torrevaldaliga Nord a Civitavecchia: sono impegnati nel completamento dell’opera circa 3.000 persone e un centinaio di imprese. Qui tecnici di Enel hanno illustrato le tecnologie adottate nella conversione da olio combustibile a carbone pulito dell’impianto con particolare riferimento all’abbattimento delle emissioni e all’incremento dell’efficienza energetica.

Microsoft Word - Visita ministro greco.doc

PDF (0.04MB) Scarica
Questo sito si avvale di cookie analytics e di profilazione, propri e di terzi, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy Accetta e chiudi