PERFEZIONATA LA CESSIONE A TERNA DI ENEL LINEE ALTA TENSIONE

Roma, 1 aprile 2009 – In attuazione del contratto di compravendita (“Contratto”) sottoscritto tra  Enel SpA (“Enel”), Enel Distribuzione SpA (“Enel Distribuzione”) e Terna SpA (“Terna”) in data 19 dicembre 2008, in data odierna Enel Distribuzione ha ceduto a Terna l’intero capitale di Enel Linee Alta Tensione Srl (“ELAT”), società cui Enel Distribuzione ha conferito, con effetto dal 1° gennaio 2009, un ramo d’azienda costituito dalle linee di alta tensione e dai rapporti giuridici inerenti.

Il ramo di azienda conferito ad ELAT è costituito da 18.583 chilometri di rete di alta tensione (“Linee AT”), eserciti principalmente a 132 e 150 kilovolt, nonché dai rapporti contrattuali attivi e passivi inerenti alle attività svolte. Il corrispettivo per la cessione, pari a 1.152 milioni di euro, è stato versato integralmente al momento del closing e sarà soggetto a conguaglio in base alla variazione intervenuta nel patrimonio netto di ELAT alla data della cessione. 

L’operazione rientra nel programma di valorizzazione del portafoglio di partecipazioni del Gruppo Enel, di recente confermato al mercato nell’ambito delle linee guida del piano industriale 2009-2013.
Essa comporta al contempo per Terna una crescita di circa il 43% in termini di chilometri complessivi di linee e del 18% in termini di Regulated Asset Base (RAB), unitamente ad impatti positivi sul conto economico del Gruppo Terna già a partire dal primo anno di consolidamento. 

Il perfezionamento dell’operazione è avvenuto in seguito al verificarsi delle condizioni cui era sottoposta l’efficacia del Contratto e, in particolare, all’ottenimento del nulla osta all’operazione da parte dell’Autorità Antitrust, all’inserimento da parte delle Autorità competenti delle Linee AT oggetto di cessione nell’ambito della Rete di Trasmissione Nazionale, nonché all’emanazione di un provvedimento da parte dell’AEEG che ha riconosciuto a ELAT il gettito tariffario relativo al ramo di azienda in questione.
Per la valutazione della congruità del prezzo concordato per la cessione dell’intera partecipazione in ELAT, Enel Distribuzione è stata assistita da Leonardo & Co., Mediobanca e Banca IMI nella qualità di esperti indipendenti, mentre Goldman Sachs e J.P.Morgan hanno agito come consulenti finanziari di Terna.

Tenuto conto delle particolarità dell’operazione, che si qualifica per Terna come operazione “significativa” di acquisizione realizzata con parti correlate, Terna metterà a disposizione del pubblico nei termini di legge e regolamentari il documento informativo predisposto ai sensi degli articoli 71 e 71-bis del Regolamento Emittenti Consob n. 11971/1999.

Microsoft Word - Closing Terna.doc

PDF (0.04MB) Scarica

Enel S.p.A. procede alla diffusione al pubblico delle informazioni regolamentate mediante l’utilizzo dello SDIR NIS, gestito da BIt Market Services, società del Gruppo London Stock Exchange, avente sede in Piazza degli Affari n. 6, Milano. Enel S.p.A. per lo stoccaggio delle informazioni regolamentate diffuse al pubblico, ha aderito, a far data dal 1° luglio 2015, al meccanismo di stoccaggio autorizzato denominato “eMarket Storage, consultabile all’indirizzo www.emarketstorage.com, gestito dalla suindicata BIt Market Services S.p.A. e autorizzato dalla Consob con delibera n. 19067 del 19 novembre 2014. Dal 19 maggio 2014 al 30 giugno 2015 Enel S.p.A. si è avvalsa al meccanismo di stoccaggio autorizzato denominato “1Info” consultabile all’indirizzo www.1info.it, gestito da Compurteshare S.p.A. con sede legale in Milano e autorizzato da Consob con delibera n. 18852 del 9 aprile 2014.

 

Questo sito si avvale di cookie analytics e di profilazione, propri e di terzi, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy Accetta e chiudi