ENEL GREEN POWER VENDE LA SUA PARTECIPAZIONE IN LA GEO ED ESCE DA EL SALVADOR

Enel Green Power cede la sua intera partecipazione, pari al 36,2%, in La Geo, alla società partecipata dallo Stato INE che ne detiene già il 63,8%
La società italiana delle rinnovabili incassa 280 milioni di dollari USA e chiude le sue attività nel Paese

San Salvador/Roma, 12 Dicembre 2014 –Enel Green Power (EGP) e Inversiones Energéticas S.A. de C.V. (INE), la società energetica statale salvadoregna, hanno firmato oggi un accordo per la cessione della quota del 36,2% detenuta da EGP in La Geo - la joint venture tra EGP e INE per lo sviluppo della geotermia in El Salvador – alla stessa INE che, con una quota pari al 63,8%, era già azionista di maggioranza della società.

Con questo accordo, EGP cede ad INE la sua intera partecipazione in La Geo, per un corrispettivo pari a circa 280 milioni di dollari statunitensi (circa 224 milioni di euro) chiudendo così le sue attività nel Paese.

EGP ed INE hanno avviato i negoziati sotto l’egida del Centro internazionale per la risoluzione delle controversie relative agli investimenti (ICSID) della Banca Mondiale a Washington DC nelle scorse settimane, con lo scopo di siglare un accordo reciprocamente vantaggioso e porre termine ad una disputa iniziata otto anni fa tra le due aziende.

L'operazione di cessione è effettuata nel quadro di un accordo transattivo siglato con lo Stato di El Salvador riguardante il contenzioso in corso presso ICSID. La piena efficacia della risoluzione definitiva del contenzioso con la Repubblica di El Salvador è soggetta a determinate condizioni (estinzione delle azioni giudiziarie locali pendenti nei confronti di EGP e dei suoi rappresentanti) che si dovranno verificare nei prossimi sei mesi.


Enel ha fatto il suo ingresso in El Salvador nell’agosto 2001, quando il Governo - sostenuto da banche internazionali di alto livello e consulenti legali - ha indetto una gara pubblica internazionale per selezionare un partner strategico per lo sviluppo dell'energia geotermica nel Paese.
A seguito di questa gara, Enel è stata selezionata per creare la joint venture "La Geo", con la compagnia elettrica statale salvadoregna, INE / CEL. Nel 2002, Enel ha acquisito l’8,5% di La Geo e firmato un patto parasociale ("Shareholder Agreement"), che ha riconosciuto, tra l'altro, il diritto di raggiungere la maggioranza in La Geo, capitalizzando gli investimenti nella società. Nel corso degli anni successivi, Enel Green Power, che ha rilevato la quota della controllante Enel, ha adempiuto ai suoi obblighi in qualità di partner strategico e ha quindi aumentato la sua partecipazione in La Geo al 36,2%, attraverso i meccanismi previsti dall'accordo. Tuttavia, INE/CEL si è sempre rifiutata di riconoscere il diritto di EGP di imputare a capitale gli ulteriori investimenti effettuati in La Geo, come previsto dall’accordo. Pertanto, nel 2008, EGP ha avviato un procedimento arbitrale contro la sua partner per violazione dell'accordo sottoscritto, facendo appello alle Regole di Arbitrato della Corte Internazionale di Arbitrato della Camera di Commercio Internazionale, a cui sono seguite ulteriori azioni legali, fino alla decisione di individuare una soluzione reciprocamente vantaggiosa che ha portato all’accordo odierno.


Enel Green Power è la Società del Gruppo Enel interamente dedicata allo sviluppo e gestione delle attività di generazione di energia da fonti rinnovabili a livello internazionale, presente in Europa, nel continente americano e in Africa. Con una capacità di generazione di energia da acqua, sole, vento e calore della terra pari, nel 2013, a oltre 29 miliardi di kWh – una produzione in grado di soddisfare i consumi di oltre 10 milioni di famiglie e di evitare l’emissione in atmosfera di circa 16 milioni di tonnellate di CO2 - Enel Green Power è leader di settore a livello mondiale, grazie a un mix di tecnologie ben bilanciato, con una produzione largamente superiore alla media del settore. L’Azienda ha una capacità installata al 30 settembre 2014 di circa  9.500 MW, con un mix di fonti che comprende l’eolico, il solare, l’idroelettrico, il geotermico e le biomasse. I circa 750 impianti operativi di Enel Green Power sono collocati in 18 paesi in Europa, nel continente americano e in Africa.

 

Tutti i comunicati stampa di Enel Green Power sono disponibili anche in versione Smartphone e Tablet.
Puoi scaricare la App Enel Mobile su: Apple Store e Google Play
    

Microsoft Word - EGP vende quota La Geo

PDF (0.2MB) Scarica

Per la diffusione al pubblico e per lo stoccaggio delle informazioni regolamentate diffuse al pubblico, Enel S.p.A. si avvale del sistema di diffusione “eMarket SDIR” e del meccanismo di stoccaggio “eMarket Storage”, entrambi consultabili all’indirizzo www.emarketstorage.com e gestiti da Spafid Connect S.p.A., con sede in Foro Buonaparte 10, Milano. Suddetti sistemi sono autorizzati dalla Consob (delibera n. 19878 del 15 febbraio 2017 per il sistema di diffusione “eMarket SDIR” e delibera n. 19879 del 15 febbraio 2017 per il meccanismo di stoccaggio “eMarket Storage”).
Dal 19 maggio 2014 al 30 giugno 2015, Enel S.p.A. si è avvalsa del meccanismo di stoccaggio autorizzato denominato “1Info” consultabile all’indirizzo www.1info.it, gestito da Computershare S.p.A. con sede legale in Milano e autorizzato da Consob con delibera n. 18852 del 9 aprile 2014.

Questo sito si avvale di cookie analytics e di profilazione, propri e di terzi, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy Accetta e chiudi