ENEL FIRMA UN ACCORDO DI TAX EQUITY PER IL PROGETTO EOLICO DA 400 MW DI CIMARRON BEND NEGLI STATI UNITI

  Bank of America Merrill Lynch, J.P. Morgan e MetLife si impegnano a versare circa 500 milioni di dollari statunitensi per il 100% dei titoli partecipativi di “Classe B” del progetto eolico

 

·        Il Gruppo Enel manterrà il 100% dei titoli partecipativi di “Classe A” e il controllo del progetto

 

·        La realizzazione dell’impianto richiederà un investimento pari a circa 610 milioni di dollari statunitensi

 

Roma, 16 settembre 2016 – Enel Green Power North America, Inc. (“EGPNA”), la società del Gruppo Enel  attiva nel settore delle energie rinnovabili negli Stati Uniti d’America, ha firmato attraverso la controllata Cimarron Bend Wind Holdings, LLC (“Cimarron Bend Wind Holdings”) un accordo di Tax Equity del valore di circa 500 milioni di dollari statunitensi con tre investitori – Bank of America Merrill Lynch, J.P. Morgan e MetLife – per la realizzazione dell’impianto eolico da 400 MW di Cimarron Bend in Kansas.

L’accordo, in linea con una prassi comunemente seguita negli Stati Uniti per lo sviluppo di progetti rinnovabili, prevede che gli investitori conferiscano la somma stabilita a Cimarron Bend Wind Holdings, società proprietaria dell’impianto eolico1, in cambio del 100% dei titoli partecipativi di “Classe B” relativi al progetto. Tale partecipazione consentirà ai tre investitori di ottenere, a determinate condizioni stabilite dalla legislazione fiscale degli Stati Uniti, una percentuale dei benefici fiscali che saranno riconosciuti al progetto di Cimarron Bend. EGPNA, attraverso Cimarron Bend Wind Holdings, manterrà invece a sua volta il 100% dei titoli partecipativi di “Classe A” e, quindi, la gestione del progetto.

L’impegno finanziario degli investitori è diventato effettivo al momento della firma dell’accordo e i fondi verranno versati in due fasi; la prima rata sarà versata a metà dell’opera di realizzazione del progetto da 400 MW, e la seconda una volta completato il progetto stesso. L’accordo di Tax Equity sarà supportato da una parent company guarantee di Enel S.p.A..

L’impianto eolico di Cimarron Bend, la cui costruzione è iniziata ad aprile del 2016, dovrebbe entrare in esercizio nel 2017. La sua realizzazione richiederà un investimento di circa 610 milioni di dollari statunitensi, in linea con quanto previsto dall’ultimo Piano strategico del Gruppo Enel.

1 Cimarron Bend Wind Holdings, che possiede il progetto attraverso società di scopo, è una società interamente posseduta da Enel Kansas, a sua volta controllata al 100% da EGPNA. Cimarron Bend Wind Holdings ha ottenuto gli asset del progetto da Cimarron Bend Wind Project, LLC.

Una volta in esercizio, Cimarron Bend sarà in grado di generare circa 1,8 TWh l’anno, pari al consumo medio annuale di più di 149mila famiglie americane, evitando l’immissione in atmosfera di circa 1,3 milioni di tonnellate di CO2 l’anno.

Cimarron Bend venderà l’energia elettrica prodotta in base a due contratti di fornitura di lungo termine da 200 MW tra loro collegati, uno stipulato con Google e l’altro con il Kansas City Board of Public Utilities. Cimarron Bend sarà il primo impianto eolico del Gruppo Enel in Nord America a vendere parte dell’energia prodotta a un’azienda privata.

EGPNA è presente in 22 Stati degli USA e in due province del Canada, con più di 2,5 GW di capacità installata distribuiti in quattro differenti tecnologie rinnovabili: eolico, solare, geotermico e idroelettrico.

 

Tutti i comunicati stampa di Enel sono disponibili anche in versione Smartphone e Tablet. Puoi scaricare la App Enel Corporate su Apple Store e Google Play.

Microsoft Word - EGP Cimarron Bend Tax Equity

PDF (0.09MB) Scarica

Per la diffusione al pubblico e per lo stoccaggio delle informazioni regolamentate diffuse al pubblico, Enel S.p.A. si avvale del sistema di diffusione “eMarket SDIR” e del meccanismo di stoccaggio “eMarket Storage”, entrambi consultabili all’indirizzo www.emarketstorage.com e gestiti da Spafid Connect S.p.A., con sede in Foro Buonaparte 10, Milano. Suddetti sistemi sono autorizzati dalla Consob (delibera n. 19878 del 15 febbraio 2017 per il sistema di diffusione “eMarket SDIR” e delibera n. 19879 del 15 febbraio 2017 per il meccanismo di stoccaggio “eMarket Storage”).
Dal 19 maggio 2014 al 30 giugno 2015, Enel S.p.A. si è avvalsa del meccanismo di stoccaggio autorizzato denominato “1Info” consultabile all’indirizzo www.1info.it, gestito da Computershare S.p.A. con sede legale in Milano e autorizzato da Consob con delibera n. 18852 del 9 aprile 2014.

Questo sito si avvale di cookie analytics e di profilazione, propri e di terzi, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy Accetta e chiudi