Enel: aggiornamento su Slovenské Elektrárne

Roma, 10 luglio 2018 - In relazione alle informazioni riportate in data odierna da organi di stampa, Enel S.p.A. (“Enel”) precisa che, nel mese di maggio 2017, la controllata Enel Produzione S.p.A. (“Enel Produzione”) ha firmato un accordo (“Term Sheet”) con la società ceca Energetický a průmyslový holding a.s. (“EPH”) che prevede l’impegno delle parti ad apportare alcune modifiche ai termini e alle condizioni del contratto (il “Contratto”) stipulato il 18 dicembre 2015 tra Enel Produzione ed EP Slovakia BV (“EP Slovakia”, società controllata da EPH), concernente la partecipazione detenuta da Enel Produzione in Slovenské elektrárne a.s. (“Slovenské elektrárne”).

Come annunciato il 18 dicembre 2015 e il 28 luglio 2016, il Contratto ha comportato il conferimento alla società di nuova costituzione Slovak Power Holding BV (“HoldCo”) dell’intera partecipazione detenuta da Enel Produzione in Slovenské elektrárne, pari al 66% del capitale di quest’ultima, e disciplina la successiva cessione in due fasi ad EP Slovakia del 100% della HoldCo[1] per un corrispettivo complessivo di 750 milioni di euro, soggetto a conguaglio sulla base di vari parametri.

Per effetto delle modifiche previste dal Term Sheet, il Contratto regolerà anche i rapporti tra le parti in relazione al supporto finanziario che le stesse forniranno a Slovenské elektrárne a servizio del completamento delle unità 3 e 4 della centrale nucleare di Mochovce. In particolare, il Term Sheet prevede che Enel Produzione si impegni a concedere, direttamente o attraverso altra società del Gruppo Enel, un finanziamento subordinato alla HoldCo – chiamata a sua volta a renderlo disponibile a Slovenské elektrárne – per un importo massimo di 700 milioni di euro e con scadenza nel 2025 (il “Finanziamento”). La concessione del Finanziamento è subordinata al verificarsi di alcune condizioni, che includono una proroga delle scadenze dei finanziamenti bancari già assunti da Slovenské elektrárne e l’effettivo recepimento nel Contratto delle modifiche previste dallo stesso Term Sheet.

Il Contratto – che attualmente contempla la cessione da parte di Enel Produzione a EP Slovakia del restante 50% del capitale della HoldCo mediante l’esercizio delle rispettive opzioni put o call sarà inoltre aggiornato per indicare che il rimborso del Finanziamento rappresenta una condizione aggiuntiva per il perfezionamento di tale cessione. Ciò significa che la vendita in questione potrà aver luogo in concomitanza con la prima tra le seguenti date: (a) 12 mesi dall’ottenimento del Trial Operation Permit dell’unità 4 della centrale nucleare di Mochovce; o (b) la c.d. Long Stop Date[2] e, in entrambi i casi, solo una volta che il Finanziamento sia stato interamente rimborsato al Gruppo Enel, oppure EPH sia subentrata nella posizione della società finanziatrice.  

Il Contratto, infine, prevedrà che il già contemplato meccanismo di conguaglio del corrispettivo complessivo delle due fasi dell’operazione, da applicare al perfezionamento della seconda di tali fasi sulla base di vari parametri, venga integrato con un meccanismo di compensazione di ogni importo eventualmente dovuto da Enel Produzione ad EP Slovakia con quanto dovuto da quest’ultima e/o da EPH in favore di società del Gruppo Enel a titolo di capitale e/o interessi per effetto del subentro nel Finanziamento.

 

[1] La prima fase dell’operazione si è perfezionata il 28 luglio 2016 con la cessione a EP Slovakia del 50% del capitale che Enel Produzione deteneva nella HoldCo.

[2] La Long Stop Date è la data decorsa la quale è consentito sia ad Enel Produzione che a EP Slovakia di esercitare le rispettive opzioni put e call, anche in assenza del completamento delle unità 3 e 4 della centrale nucleare di Mochovce.

Enel aggiornamenti su Slovenske Elektrarne

PDF (0.14MB) Scarica

Per la diffusione al pubblico e per lo stoccaggio delle informazioni regolamentate diffuse al pubblico, Enel S.p.A. si avvale del sistema di diffusione “eMarket SDIR” e del meccanismo di stoccaggio “eMarket Storage”, entrambi consultabili all’indirizzo www.emarketstorage.com e gestiti da Spafid Connect S.p.A., con sede in Foro Buonaparte 10, Milano. Suddetti sistemi sono autorizzati dalla Consob (delibera n. 19878 del 15 febbraio 2017 per il sistema di diffusione “eMarket SDIR” e delibera n. 19879 del 15 febbraio 2017 per il meccanismo di stoccaggio “eMarket Storage”).
Dal 19 maggio 2014 al 30 giugno 2015, Enel S.p.A. si è avvalsa del meccanismo di stoccaggio autorizzato denominato “1Info” consultabile all’indirizzo www.1info.it, gestito da Computershare S.p.A. con sede legale in Milano e autorizzato da Consob con delibera n. 18852 del 9 aprile 2014.

Questo sito si avvale di cookie analytics e di profilazione, propri e di terzi, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy Accetta e chiudi