Moody’s migliora il rating a lungo termine di Enel a “Baa1”. Outlook stabile

Roma, 15 gennaio 2021 – Moody’s Investors Service (“Moody’s”) ha annunciato di aver migliorato il rating sul debito a lungo termine di Enel S.p.A. (“Enel”) portandolo a “Baa1” rispetto al precedente “Baa2”. L’outlook è stabile. Moody’s ha inoltre attribuito il rating Prime-2 (P-2) sul debito a breve termine delle controllate Enel Finance International N.V. ed Enel Finance America LLC.

L’agenzia di rating ha affermato che l’upgrade di Enel riflette i progressi conseguiti nel miglioramento del profilo di rischio aziendale del Gruppo grazie a continui investimenti nelle reti e rinnovabili, una maggiore diversificazione geografica e un focus sulla finanza centralizzata.

Tra i principali elementi che hanno portato all’upgrade, Moody’s ha individuato i seguenti:

·         bassa volatilità degli utili sostenuta dalle grandi dimensioni e dalla diversificazione geografica;

·         stabilità degli utili garantita dal business regolato delle reti e dalla generazione contrattualizzata, che rappresentano l’80% dell’EBITDA del Gruppo;

·         solidità finanziaria, con un indice funds from operations (FFO)/net debt superiore al 20%.

 

 

Rating di Moody's 2020

PDF (0.09MB) Scarica

Per la diffusione al pubblico e per lo stoccaggio delle informazioni regolamentate diffuse al pubblico, Enel S.p.A. si avvale del sistema di diffusione “eMarket SDIR” e del meccanismo di stoccaggio “eMarket Storage”, entrambi consultabili all’indirizzo www.emarketstorage.com e gestiti da Spafid Connect S.p.A., con sede in Foro Buonaparte 10, Milano. Suddetti sistemi sono autorizzati dalla Consob (delibera n. 19878 del 15 febbraio 2017 per il sistema di diffusione “eMarket SDIR” e delibera n. 19879 del 15 febbraio 2017 per il meccanismo di stoccaggio “eMarket Storage”).
Dal 19 maggio 2014 al 30 giugno 2015, Enel S.p.A. si è avvalsa del meccanismo di stoccaggio autorizzato denominato “1Info” consultabile all’indirizzo www.1info.it, gestito da Computershare S.p.A. con sede legale in Milano e autorizzato da Consob con delibera n. 18852 del 9 aprile 2014.