Fitch rivede il rating di Enel a lungo termine a "BBB+" e conferma il rating a breve termine a "F-2". Outlook stabile

Roma, 4 febbraio 2022 – L’agenzia Fitch Ratings ("Fitch") ha comunicato in data odierna di aver rivisto il rating a lungo termine di Enel S.p.A. ("Enel" o la "Società") portandolo a "BBB+" dal precedente livello di "A-". La stessa agenzia ha altresì confermato a "F-2" il rating a breve termine di Enel. L'outlook resta stabile.

Stando a quanto comunicato dall'agenzia, la modifica del rating di Enel riflette, principalmente, il previsto aumento della leva finanziaria nel medio termine, dovuto alle opportunità di investimento che hanno portato Enel ad espandere progressivamente il suo piano di capex nel contesto della transizione energetica.

Fitch continua a considerare Enel come operatore all’avanguardia nell'ambito della transizione energetica, con un'efficace strategia concentrata sull'integrazione delle proprie attività di generazione e fornitura, oltre all'elevata capacità di esecuzione, come recentemente dimostrato dai 5 GW di nuova capacità rinnovabile installata nel 2021.

Alla luce di queste considerazioni, Fitch ritiene che Enel si posizioni agevolmente rispetto al nuovo rating assegnatole, con margine per far fronte al progressivo aumento degli investimenti previsto nel medio termine.

 

CS Enel Fitch

PDF (0.08MB) Scarica

Per la diffusione al pubblico e per lo stoccaggio delle informazioni regolamentate diffuse al pubblico, Enel S.p.A. si avvale del sistema di diffusione “eMarket SDIR” e del meccanismo di stoccaggio “eMarket Storage”, entrambi consultabili all’indirizzo www.emarketstorage.com e gestiti da Spafid Connect S.p.A., con sede in Foro Buonaparte 10, Milano. Suddetti sistemi sono autorizzati dalla Consob (delibera n. 19878 del 15 febbraio 2017 per il sistema di diffusione “eMarket SDIR” e delibera n. 19879 del 15 febbraio 2017 per il meccanismo di stoccaggio “eMarket Storage”).
Dal 19 maggio 2014 al 30 giugno 2015, Enel S.p.A. si è avvalsa del meccanismo di stoccaggio autorizzato denominato “1Info” consultabile all’indirizzo www.1info.it, gestito da Computershare S.p.A. con sede legale in Milano e autorizzato da Consob con delibera n. 18852 del 9 aprile 2014.