Enel lancia l’associazione “Open Power Grids” con l’obiettivo di condividere gli standard per i componenti di rete

L’associazione “Open Power Grids” rientra nell’iniziativa Grid Futurability per la fornitura di reti che consentano un’elettrificazione pulita nel percorso verso un mondo Net Zero. L’associazione riunirà attori del settore attorno all’obiettivo di ideare, produrre e condividere componenti di rete efficienti e sostenibili, che rendano possibile l’abbattimento completo delle emissioni.

Enel lancia l’associazione “Open Power Grids”, che ha l’obiettivo di condividere e sviluppare standard e tecnologie di componenti di rete con stakeholder in un vasto ambito per accelerare l’adozione di reti elettriche più efficienti, sicure e sostenibili, che soddisfino i requisiti di zero emissioni nette.

L’associazione sarà un luogo d’incontro di operatori di rete, produttori, istituti di ricerca e altri attori del settore, permettendo loro di accedere agli standard globali utilizzati da Enel per le gare d’appalto e di proporre nuovi standard, o di modificare gli standard esistenti.

Negli ultimi dieci anni, Enel ha incoraggiato la convergenza di soluzioni tecniche e standard globali. L’associazione contribuirà ad accelerare il processo in questa direzione, grazie alla condivisione dell’impegno da parte degli stakeholder, provenienti da un ambito vasto, nell’individuazione delle soluzioni migliori, in un ambiente aperto e collaborativo.

La strategia Net Zero – Zero Netto – che Enel adotta per l’attività nel settore delle reti è incentrata sull'azzeramento delle emissioni intrinseche all'infrastruttura stessa. Ciò comporterà la riduzione delle emissioni di carbonio nelle attività operative, la riduzione di perdite in rete e l’adozione di materiali e componenti riutilizzabili, con emissioni basse.

Per Enel, uno dei vantaggi attesi dalla nuova associazione sarà la produzione – sia da parte dei fornitori abituali sia di altri produttori - di un numero nettamente maggiore di componenti conformi agli standard, con un conseguente aumento dell’approvvigionamento del mercato. 

Per la comunità, questo passo costituisce la possibilità di costruire più facilmente impianti primari affidabili e competitivi, punto essenziale per la transizione energetica. Inoltre, l’adozione dei nostri standard da parte di diversi attori (società di ingegneria, distributori, ecc.) potrà condurre al miglioramento continuo degli stessi, con input costruttivi, che arriveranno da tutte le parti coinvolte. 

Ma il maggior vantaggio condiviso sarà rappresentato dal fatto che, grazie a tali standard globali, diverrà possibile individuare nuove soluzioni in modo aperto, collaborando con quanti più attori possibili, che daranno il loro contributo.

La convergenza verso identiche soluzioni innovative e sostenibili sarà un eccezionale agente di accelerazione del sistema industriale: un’accelerazione che Enel non può perseguire da sola.

 

Come aderire all’associazione

L’ambiente collaborativo si fonda su due pilastri: la piattaforma digitale e l’associazione.

Quella di Open Power Grids è una piattaforma digitale, sulla quale tutte le Specifiche Tecniche e di Funzione Globali di Enel (sia relative ai componenti sia ai moduli di rete) sono a disposizione di tutti i membri dell’associazione aperta, denominata Open Power Grids Association.

Chiunque sia è interessato ad aderire all’associazione, o a scoprire di più su questa iniziativa, più inviare un’e-mail a openpowergrids@enel.com.

Una volta formalizzata l’adesione, i membri ricevono un codice d’invito - codice d’accesso – all’"Open Power Grids Platform” per consultare le specifiche di funzione ed iniziare a proporre miglioramenti, o suggerire l’introduzione di nuove specifiche, in conformità con i termini e gli scopi dell’associazione.

Ottenuto l’accesso, i membri saranno in grado di consultare gli Standard di Enel e potranno fare proposte con l’avvio di una Improvement Request (Richiesta di Miglioramento), collegata ad uno specifico articolo standard di Open Power Grids. In questo modo, tale richiesta potrà essere tracciata e debitamente combinata in maniera univoca con qualsiasi altra richiesta relativa allo stesso articolo. Le richieste daranno avvio, simultaneamente, a un processo di collaborazione, nel quale ogni membro fornirà il proprio contributo con commenti e proposte di migliorie in relazione alla richiesta, che, alla fine del processo, verrà valutata per approvazione da un Comitato Tecnico. L’articolo verrà aggiornato di conseguenza.

Statuto dell’Associazione

PDF (0.64MB) Scarica

Informativa sulla privacy

PDF (0.54MB) Scarica

Modulo di adesione

PDF (0.09MB) Scarica