Usa, via col vento di Enel

Usa, via col vento di Enel

Nelle praterie degli Stati Uniti soffia forte il vento ed EGP sa come valorizzarlo: per la generazione di elettricità pulita ma anche per lo sviluppo sostenibile delle comunità locali

{{item.title}}

Ci sono più parole per indicare il vento nell’Illinois di quante ce ne siano per la neve in Lapponia: lo racconta David Foster Wallace, il geniale autore americano cresciuto proprio nelle sterminate pianure del Midwest. “Stato della prateria” è il nickname ufficiale dell’Illinois, dove il vento è una presenza costante tanto che gli abitanti – come riferisce ancora Wallace – spesso si risparmiano la fatica inutile di pettinarsi.

Valorizzare questa forza della natura per lo sviluppo sostenibile è una scelta naturale per il sistema energetico locale. Ed è quello che faremo: tramite la società controllata Enel Green Power North America abbiamo avviato il 9 aprile i lavori per la costruzione di un parco eolico a HillTopper, il primo del nostro Gruppo nell’Illinois dove, alla lista dei nomi per chiamare il vento, si è aggiunto quello di Enel.

 

Enel Green Power nella prateria

L’impianto avrà una potenza di 185 MW, di cui 100 MW saranno dedicati a rifornire gli stabilimenti di General Motors negli Stati vicini dell’Indiana e dell’Ohio e 17 MW al colosso dell’informazione Bloomberg. Grazie a due accordi di fornitura energetica di lungo termine (PPA), la nostra energia permetterà a entrambi i gruppi di centrare i propri obiettivi in termini ambientali: soddisfare il 100% del proprio fabbisogno elettrico con fonti rinnovabili rispettivamente entro il 2050 e il 2025. L’entrata in attività del parco eolico è prevista entro la fine dell’anno; a regime, la generazione di elettricità arriverà a circa 570 GWh all’anno.

“L’avvio della costruzione di HillTopper è un nuovo importante passo nella nostra espansione sul mercato statunitense delle rinnovabili e gli accordi di PPA con Bloomberg LP e General Motors testimoniano l’interesse delle grandi aziende verso le nostre soluzioni energetiche personalizzate. Con questi accordi i nostri clienti potranno accedere ad energia pulita per raggiungere i target nel campo delle rinnovabili, centrando al contempo i propri obiettivi economici, mentre Enel manterrà un flusso di ricavi certo e a lungo termine”

– Antonio Cammisecra, CEO Enel Green Power

 

Sostenibilità ambientale e sociale

Quello di HillTopper è solo il progetto più recente di Enel Green Power in Nord America: in tutto la nostra potenza installata, distribuita in circa 100 impianti fra idroelettrici, eolici, geotermici e solari, è di oltre 4,2 GW, di cui 1,2 GW portati in rete solo l’anno scorso. Nel 2017 siamo stati la società di energie rinnovabili con la crescita maggiore di tutti gli Stati Uniti e oggi siamo il più grande operatore eolico in Kansas e Oklahoma, altre terre di praterie ventose.

In Oklahoma abbiamo ottenuto il primato a gennaio: con l’avvio degli impianti di Thunder Ranch da 298 MW e Red Dirt da 300 MW, il numero dei nostri parchi eolici è arrivato a dieci, per una potenza di oltre 1700 MW.

Thunder Ranch e Red Dirt sono esempi di come il nostro impegno per la sostenibilità non si limiti alla tutela dell’ambiente con le fonti rinnovabili, ma si estenda agli aspetti sociali per le comunità locali: la costruzione e l’attività dell’impianto sono accompagnate da programmi come il riciclo del legname e quello dei materiali utilizzati, lavori di manutenzione stradale e investimenti a sostegno di vari progetti fra cui le attività dei vigili del fuoco.

Red Dirt l’impianto è stato presentato il 7 aprile con un evento Open Plant: il parco eolico è diventato un punto di incontro fra il personale di EGP e la popolazione locale, compresi i bambini. Tra barbecue, musica e, naturalmente, aquiloni i residenti hanno avuto la possibilità di approfondire le proprie conoscenze sull’energia eolica e i suoi vantaggi per l’ambiente e l’economia locale.

“Credo che sia importante per Enel Green Power promuovere e sostenere questo tipo di eventi nelle nostre comunità locali. È una grande opportunità per dimostrare alla gente di qui che facciamo parte di questa comunità locale”

– Mark McMillin, Red Dirt Site Supervisor, Enel Green Power

Thunder Ranch, d’altra parte, è il primo parco eolico nordamericano di EGP che integra anche un sistema fotovoltaico in grado di alimentare le operazioni e la manutenzione del sito: è un nuovo esempio di integrazione fra energie rinnovabili diverse, come l’impianto geotermico-solare di Stillwater e quello geotermico-idroelettrico di Cove Fort.

 

I ragazzi diventano progettisti

Il vento dell’Oklahoma ed EGP sono alleati anche in altri progetti di sviluppo sostenibile, come l’Oklahoma KidWind Challenge: una competizione in cui gli studenti delle scuole medie e superiori, raggruppati in squadre, sono chiamati a progettare e costruire una turbina eolica, per poi testarla in una vera galleria del vento. Inoltre gli studenti hanno la possibilità di partecipare a visite guidate interattive presso laboratori e incontri sulle fonti rinnovabili, sulle professioni legate al settore e sul loro valore per l’economia dell’Oklahoma.

“Gli eventi organizzati da KidWind sono un modo incredibile per insegnare alle nuove generazioni l’importanza di produrre e consumare energia rinnovabile. EGP è sempre alla ricerca di strade per reinvestire nelle comunità dove è presente e siamo orgogliosi di fare parte di questo evento educativo”

– Marcus Krembs, responsabile Sostenibilità, Enel Green Power North America

Per il secondo anno consecutivo EGP ha sponsorizzato l’iniziativa come mezzo per diffondere la cultura delle fonti rinnovabili con particolare attenzione alle generazioni future, sostenere gli studenti interessati e metterli in grado di sviluppare competenze utili sul mercato del lavoro.

I vincitori parteciperanno alla finale nazionale che si terrà a maggio, in occasione dell’AWEA Windpower Conference annuale a Chicago (Illinois): ancora una volta lo Stato della prateria sarà testimone del nostro impegno per un futuro sostenibile.

Questo sito si avvale di cookie analytics e di profilazione, propri e di terzi, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy Accetta e chiudi