Le persone Enel

Le persone Enel

Fiducia, responsabilità, proattività e innovazione sono i valori chiave del nostro approccio Open Power, alla base della creazione di un ambiente lavorativo aperto e dinamico, che favorisca l’approccio imprenditoriale, l’assunzione di rischi e la gestione della discontinuità, grazie a una sempre maggiore integrazione delle diversità.

{{item.title}}
23%
donne in organico
5.402
nuovi assunti
44,6
ore di formazione per dipendente

Scopri di più nel capitolo "Le persone Enel" – sezione "Le nostre performance".

L’inclusione delle diversità e la valorizzazione dei talenti multipli e unici delle persone rappresentano fattori essenziali per creare valore sostenibile di lungo periodo per tutti gli stakeholder. Inclusione = Valore è il paradigma che sostanzia questo approccio, sempre più rilevante in considerazione delle mutevoli condizioni della realtà che stiamo vivendo, in cui è fondamentale la capacità di immaginare nuovi scenari e di co-creare dinamicamente soluzioni innovative facendo leva sul mix variegato di caratteristiche individuali.

MIND THE GAP – oltre i bias di genere

Lavorare in remote working condividendo lo spazio con i propri familiari rappresenta un atto di eroismo o un ostacolo al lavoro? La scena è univoca, eppure il modo in cui la guardiamo e il linguaggio che usiamo per rivolgerci a un collega o una collega in questa situazione potrebbero essere molto diversi e far trasparire stereotipi che possono anche diventare discriminazioni.
Per questo Enel ha lanciato Mind the Gap, una campagna globale di comunicazione per allenare a riconoscere, con ironia, pregiudizi e comportamenti discriminatori. Un appuntamento a fumetti per sollevare il velo da alcuni dei sottili bias che riguardano ancora oggi l’universo femminile nelle aziende e catturare l’attenzione di tutti sul linguaggio che utilizziamo nella nostra quotidianità lavorativa, e sull’impatto delle parole, proponendo comportamenti nuovi che ispirino accoglienza, benessere e inclusione. Sono state realizzate sei vignette, disponibili in diverse lingue, in cui l’unico eroe è il buon senso: lo stereotipo viene superato e il finale è riscritto in una logica di equità. È stata lanciata anche una call to action volta a ricevere ulteriori storie.
La campagna è stata ideata e sviluppata a partire dalle esperienze e dalle sensibilità condivise di un team di colleghe che lavorano in aree professionali tecniche a prevalenza maschile e che hanno vissuto in prima persona alcuni dei bias rappresentati. Il concept della campagna è stato ideato internamente a Enel e presentato a “Make it happen!”, programma di corporate entrepreneurship con l’obiettivo di contribuire all’evoluzione della cultura aziendale promuovendo innovazione e imprenditorialità. Sempre interna è stata la realizzazione delle strisce di fumetti.

{{item.title}}