Enel-Cina, accordi per ricerca e sviluppo

Pubblicato venerdì, 13 giugno 2014

Francesco Starace, amministratore delegato e direttore generale di Enel, ha siglato due accordi con i vertici di China Huaneng Group e di China National NuclearCorporation, aziende cinesi leader nel settore elettrico. La firma è avvenuta al termine del Business Forum tra Italia e Cina, tenutosi a Pechino in occasione della visita ufficiale del Presidente del Consiglio Matteo Renzi.

L' accordo quadro di cooperazione con China Huaneng Group è la naturale prosecuzione del lavoro comune iniziato nel 2009 nel campo del carbon capture e dello storage. Le due aziende estenderanno la loro collaborazione allo sviluppo di progetti elettrici da fonti energetiche convenzionali e rinnovabili, all'elaborazione di programmi di carbon strategy e alla ricerca accademica tramite i rispettivi Centri Studi.

Starace ha poi firmato un Memorandum of Understanding con Qiu Jiangang, vice presidente di China National Nuclear Corporation (CNNC), l'azienda statale responsabile dei programmi nucleari cinesi. L'intesa prevede lo scambio di informazioni e di best practice inerenti progettazione, costruzione, gestione e manutenzione di centrali nucleari.

“Gli accordi siglati oggi segnano l'inizio della collaborazione con aziende cinesi in settori che saranno critici per vincere le sfide energetiche di domani” ha dichiarato Starace a margine dell'evento. “Queste aziende concludono accordi con noi perché ci riconoscono una marcia in più sullo sviluppo tecnologico. Le intese testimoniano il valore che Enel porta attraverso la sua tecnologia ed esperienza in molte aree del settore elettrico, e sono fiducioso che accordi di questo tipo si riveleranno vantaggiosi per tutte le parti coinvolte”.

Il gruppo Enel aveva già siglato in passato accordi in Cina sulla riduzione di emissioni climalteranti.