Sviluppo tecnologico e innovazione integrale. La trasformazione del settore energetico

Pubblicato lunedì, 23 giugno 2014

L'innovazione “made in Enel” non è solo una questione di tecnologie. Il mondo dell'energia sta attraversando una trasformazione epocale che interessa tutto il settore: dalle fonti primarie al modo di produrre energia, dalla distribuzione al consumo finale. Le tecnologie stanno guidando questo cambiamento e generano a loro volta una domanda di innovazione integrale.

La diversificazione tecnologica ha permesso a Enel di diventare uno dei più importanti player energetici a livello globale sino a beneficiare del first mover advantage in molti mercati emergenti - è il caso dei Paesi dell'America Latina e dell'Africa, ma anche dell'Est Europa - dove il Gruppo ha iniziato ad operare ormai da diversi anni. La pipeline di tecnologie e risorse, unite a un mix diversificato di fonti energetiche ha garantito a Enel stabilità e flessibilità anche nel frangente di incertezze che sta interessando l'economia globale.

L'esempio delle nuove fonti rinnovabili è tra i più significativi per comprendere il ruolo trainante della tecnologia nella continua trasformazione del settore energetico. Se da un lato solare ed eolico sono già accompagnate sul mercato da uno sviluppo tecnologico in grado di migliorarne i rendimenti e ridurne i costi, dall'altro nuove soluzioni promettenti, come lo sfruttamento delle correnti marine che Enel sta sperimentando con il generatore R115, hanno nell'innovazione tecnologica il fattore decisivo per il passaggio alla commercializzazione. E a tutto questo si aggiunge la spinta a un'evoluzione dell'intero sistema elettrico in ottica smart grid dettata dalla diffusione della generazione distribuita.

L'innovazione entra anche nel management e nei modelli di organizzazione e gestione. La diffusione globale di Enel è un patrimonio che permette al Gruppo di condividere best practice e know how con diretti benefici sull'efficienza di produzione e distribuzione, l'utilizzo delle risorse e l'individuazione dei segmenti di investimento in nuova innovazione. I risultati da record ottenuti negli Usa grazie all'ottimizzazione delle attività di Operations & maintenance o la logica di condivisione tra i progetti di smart city del Gruppo in Europa e America Latina sono l'esempio di una dinamica di miglioramento continuo generata dall'innovazione come driver delle attività e input della ristrutturazione dei processi di management.

Lo sviluppo tecnologico porta nuovi modelli di business e chiede nuovi sistemi regolatori. L'impatto delle generazione distribuita, lo sviluppo delle tecnologie di accumulo o l'affermarsi dei Big Data come elemento decisivo lungo tutta la filiera energetica sono alcuni dei fattori che contribuiscono alla trasformazione dell'intero settore, dalla generazione sino al consumo. Utility, istituzioni e amministrazioni sono chiamate a rispondere a questa esigenza di innovazione nelle policy, nei framework regolatori e nei modelli di business sia per mantenere l'affidabilità del sistema energetico e la sicurezza di approvvigionamenti e forniture sia per sostenere e sollecitare il processo di continua innovazione che il mercato stesso richiede.