Sicurezza sul lavoro: formazione e informazione

Pubblicato mercoledì, 29 ottobre 2014

Sicurezza è una parola d'ordine e un tratto distintivo della vita quotidiana di Enel in tutti i Paesi in cui il Gruppo è presente: per questo grande peso viene dato alla formazione sulla sicurezza.

Un'attenzione senza distinzione tra personale proprio e delle imprese appaltatrici che eseguono lavori per il Gruppo.

Nel 2013, per esempio, Enel ha realizzato 154.153 ore di formazione e informazione sulla sicurezza per ditte appaltatrici, raggiungendo il 100% del personale destinato a operare per il Gruppo (i corsi sono stati erogati da istituti di formazione accreditati dall'ente italiano di certificazione Accredia).

Sempre nel 2013, accanto all'avvio del progetto di Gruppo "One Safety – Contractors", è proseguita l'implementazione di progetti divisionali come "Safety Coaching", nella Divisione Infrastrutture e Reti (IR), che dopo la positiva sperimentazione in alcune regioni si sta estendendo a tutte le Direzioni Territoriali della Divisione.

Nel corso dell'anno sono proseguiti inoltre gli incontri tra il personale di Enel e delle Imprese nell'ambito dei "Workshop con le imprese – Lavorare in sicurezza", dove, con l'ausilio di un tecnico Enel che svolge il ruolo di "facilitatore", si discute con i tecnici e i preposti delle imprese sugli infortuni verificatisi nell'anno che hanno coinvolto personale di impresa.

Ulteriori attività formative rivolte al personale sono stati i corsi di formazione sulla sicurezza realizzati in collaborazione con l'UNAE (Istituto Nazionale di Qualificazione delle Imprese d'Installazione di Impianti), rivolti ai capi squadra e ai preposti delle imprese appaltatrici.

Particolarmente interessante dal punto di vista tecnologico è il progetto "Virtual Check Point Contractors" (VCPC), avviato nella Divisione IR per rendere più efficace l'attività di ispezione e controllo in campo dei lavori in appalto. Il progetto consente la rilevazione, a cura del Preposto dell'Impresa, tramite smartphone e badge elettronico, di maestranze e mezzi d'opera presenti nei cantieri a inizio lavori. I dati rilevati sono scaricati su un server Enel, grazie al quale è possibile effettuare il riscontro con quanto dichiarato dall'impresa stessa all'attivazione del contratto d'appalto.

In tutti gli impianti di produzione in Italia durante le fermate programmate per manutenzione viene attivato il progetto "Maggior Supporto", finalizzato a sensibilizzare tutti i lavoratori sulla necessità di adottare in ogni momento comportamenti sicuri. Il progetto prevede la costituzione di un gruppo di supporto formato da tecnici esperti che monitora i comportamenti tenuti dalle imprese appaltatrici/subappaltatrici. Nel corso del 2013, "Maggior Supporto" è stato attivato anche in Russia.

In Spagna e America Latina sono state firmate le "Alianzas", accordi sulla sicurezza con le imprese appaltatrici che si impegnano a condividere i princípi della politica della sicurezza del Gruppo e sviluppano dei progetti congiunti per il rafforzamento degli standard di H&S. Nell'ambito delle "Alianzas" è stata promossa la partecipazione degli appaltatori al progetto "One Safety".