L'energia di Enel sbarca a Malta

Pubblicato giovedì, 19 febbraio 2015

Al mosaico di attività del gruppo Enel nell'area del Mediterraneo si aggiunge un nuovo tassello con la conclusione dell'accordo quadro tra Enel Trade ed Enemalta, la principale azienda di generazione e distribuzione di elettricità di Malta, per l'approvvigionamento energetico delle isole maltesi.

Il contratto, di durata quinquennale, è stato sottoscritto da Leonardo Zannella, responsabile Global Front Office di Enel Trade, da Fredrick Azzopardi, presidente esecutivo di Enemalta e da Sun Ji, vicepresidente di Enemalta.

L'azienda energetica maltese sta realizzando una serie di interventi strutturali con l'obiettivo di ridurre i costi di generazione di energia elettrica e le emissioni climalteranti, utilizzando fonti a basso impatto ambientale. Il cavo di interconnessione in corrente alternata a 220 kV con una capacità di 200 MW che con un percorso sottomarino di circa 100 km collega Ragusa, in Sicilia, e Qalet Marku a Malta, si unisce alla riconversione a gas naturale di un impianto ad olio combustibile e alla costruzione di una nuova centrale a gas e dei correlati impianti GNL.

Enel Trade è stata individuata come partner per la fornitura di elettricità dall'Italia a seguito della procedura di selezione internazionale iniziata da Enemalta a maggio 2014 e acquisterà energia elettrica per conto dell'azienda maltese. In particolare, l'accordo regola le condizioni di accesso ai mercati forward e spot, la gestione commerciale del cavo (l'avvio delle operazioni è previsto per giugno) e la cura di tutti i servizi connessi, compresi i rapporti con le istituzioni italiane.

La partnership con Enemalta è un esempio concreto della capacità di Enel di elaborare prodotti ad hoc in base alle esigenze del cliente e conferma l'importanza del ruolo del Gruppo non solo nella generazione, distribuzione e vendita di energia, ma anche nella fornitura di servizi a livello nazionale e internazionale con contratti a medio e lungo termine.