ENERGYACCESS Più sviluppo meno progresso

Pubblicato lunedì, 6 luglio 2015

"Sostenibilità non significa pubblicità né pubbliche relazioni, è parte del modo in cui noi sviluppiamo le attività. Significa rispettare le comunità locali, ascoltarle e capire cosa possiamo fare per loro. Utilizziamo la loro terra e le risorse naturali per questo è necessario creare un reale valore condiviso che interessa la crescita sociale, culturale e ambientale così come quella economica". È la risposta di Ernesto Ciorra, direttore della Funzione innovazione e sostenibilità di Enel, a The Guardian in un'intervista realizzata nell’ambito della partnership editoriale tra la testata anglosassone e il Gruppo.

Tecnologia, benessere e sviluppo sono le caratteristiche del binomio innovazione-sostenibilità che nella visione di Enel vede insieme l'azienda e le realtà locali dove opera, il business e il miglioramento della qualità della vita di persone e comunità. Lo stretto legame tra sostenibilità e innovazione, documentato da Enel anche con l'istituzione di un'unica Funzione aziendale che le raccoglie entrambe, nasce dall'evoluzione dei mercati, delle tecnologie e della consapevolezza diffusa che consumi e crescita di oggi non possono compromettere il futuro. Citando Pier Paolo Pasolini Ciorra ricorda che serve sviluppo per tutti non progresso per pochi. E sottolinea che se sino a pochi anni fa l'innovazione serviva ad avvantaggiarsi sui competitor oggi è indispensabile per restare competitivi e non esiste senza sostenibilità, così come quest'ultima non è possibile senza la prima.

Startup e open innovation sono due parole chiave nella visione di Enel. Da tempo ormai il Gruppo opera per individuare imprese 2.0 nel settore dell'energia con le quali sviluppare progetti innovativi 'dal basso'. La partecipazione a programmi come Startup Europe Partnership, l'acceleratore promosso dalla Commissione Ue INCENSe o l'iniziativa da poco lanciata dal Gruppo in Brasile con Energy Start dimostrano "che vogliamo innovare insieme alle startup, realizzando la maggior parte della loro passione e dei loro sogni – dice Ciorra - non solo nei Paesi in cui operiamo, ma in tutto il mondo, perché l'innovazione energetica può contribuire a porre le basi per un futuro migliore".

Lo sviluppo sostenibile oggi significa "creare valore non solo per l'azienda ma anche per la società e l'ambiente" sottolinea Ciorra, e il Gruppo ha in corso diversi progetti che realizzano questo duplice scopo ormai diventato obiettivo unico. Il più esplicativo è quello di Ollagüe in Cile dove Enel Green Power sta portando elettricità in un villaggio isolato del deserto di Atacama grazie ad una formula di ibridazione tecnologica articolata con la realizzazione di impianti di generazione da fonti rinnovabili (mini eolico e solare fotovoltaico) che si affiancano all'esistente sistema di cogenerazione, il tutto integrato in una rete di distribuzione autonoma e autosufficiente grazie a dispositivi di storage che completano l'intervento qualificandone l'aspetto smart.