Innovability per un nuovo mondo

Pubblicato venerdì, 5 agosto 2016

Dopo decenni di sostanziale stasi, il sistema energetico sta cambiando sempre più rapidamente grazie alla spinta di fattori come l’evoluzione tecnologica, una forza in grado di travolgere interi segmenti di business ma anche di aprire grandi opportunità di sviluppo. Enel l’ha compreso, e in linea con il posizionamento strategico Open Power, ha posto la sostenibilità e l’innovazione al centro della strategia di business.

La loro sintesi è uno strumento fondamentale per contribuire a vincere alcune delle più importanti sfide che il mondo si trova ad affrontare. Per questo abbiamo coniato il termine Innovability - che unisce innovation e sustainability - e creato una funzione dedicata all’interno della nostra organizzazione. 

Un impegno che sta ottenendo numerosi riconoscimenti a livello internazionale. Di recente, il Gruppo Enel è stato riconfermato nell'indice FTSE4Good, l’indice che misura il comportamento delle imprese in ambiti quali la governance, il rispetto dell’ambiente e dei diritti umani e la lotta alla corruzione.

La nostra azienda è stata citata nel Bilancio Sociale e di Sostenibilità 2015 di Greenpeace Italia come esempio positivo per l’impegno a combattere il cambiamento climatico e a raggiungere la carbon neutrality entro il 2050. “Per la prima volta un gigante energetico si è impegnato verso politiche climatiche e rinnovabili che vanno nella direzione auspicata” si legge nel documento, e la convergenza di vedute tra Enel e Greenpeace “costituisce un importante punto di partenza per lavorare insieme su aree comuni per lo sviluppo di interessi economici, sociali e ambientali, in un’ottica di sostenibilità avanzata e globale”.

Per rispondere in maniera rapida e innovativa ai cambiamenti della società e dei bisogni dei clienti è necessario aprirsi a contributi esterni. Per questo abbiamo abbracciato il modello dell’Open Innovation, un paradigma di apertura a 360 gradi che va da start-up a grandi aziende, da università e centri di ricerca fino ai progetti di singoli innovatori. In occasione della COP21 di Parigi abbiamo annunciato la partnership con Nissan per lo sviluppo di un sistema Vehicle-to-Grid (V2G), che consentirà alle e-car di operare come vere e proprie “centrali mobili”.

Lo scorso anno si è conclusa la seconda fase di INCENSe (INternet Cleantech ENablers Spark), il programma di accelerazione dedicato alle start-up attive nel settore della clean technology. L’iniziativa, coordinata da Enel ed Endesa, ha messo a disposizione un finanziamento di otto milioni di euro per le proposte più interessanti provenienti da start-up europee e israeliane per rendere più efficiente e smart l'uso dell'energia.

La nostra controllata spagnola ha sviluppato la piattaforma di Open Innovation Endesa Energy Challenges, all’interno della quale sono state lanciate la “Endesa Datathon”, per la ricerca di nuove proposte a valore aggiunto per il mercato spagnolo attraverso i Big Data, e la “Endesa Hackathon”, nel corso della quale 40 sviluppatori, programmatori e designer hanno collaborato per sviluppare soluzioni per l’ottimizzazione dei consumi di energia.