Pisa, l’innovazione termoelettrica

Pubblicato mercoledì, 23 maggio 2018

E siamo a otto. Con l’inaugurazione a Pisa di un Enel Innovation Hub&Lab per l’evoluzione della generazione termoelettrica, anche la capitale italiana della ricerca raggiunge la rete del nostro Gruppo che unisce i più innovativi ecosistemi del mondo.

Il nuovo spazio, inaugurato l’11 maggio, farà da punto d’incontro per partner tecnologici e startup che collaborano con la business line Global Thermal Generation. L’obiettivo è la messa a punto, il test e l’implementazione di tecnologie innovative per il settore, come l’Industrial Internet of Things, i Big Data, l’Intelligenza Artificiale e la robotica, così come le tecnologie a supporto della sicurezza e dell’ambiente.

Tre università di eccellenza, con la Scuola Superiore S. Anna partner attivo del nostro Gruppo, fanno della città di Galileo Galilei una sede naturale per le attività di ricerca. Secondo Enrico Viale, responsabile Global Thermal Generation di Enel, “l’Innovation Hub&Lab di Pisa costituirà una porta di ingresso per nuovi partner e soluzioni da introdurre nella flotta degli impianti Enel per aumentare la nostra competitività e sostenibilità”. Uno dei suoi obiettivi è la produzione di energia mediante un minor consumo di acqua rispetto ad oggi.

“Nel corso del 2018, solo in Italia, Enel potrà contare su tre Innovation Hub attivi, il cui scopo è quello di stimolare le collaborazioni con le migliori startup sul territorio nazionale. - ha annunciato alla presentazione Ernesto Ciorra, Chief Innovability Officer del nostro Gruppo - Gli Hub italiani saranno inoltre interconnessi con la rete di Innovation Hub internazionali che il Gruppo ha creato nelle aree ad alto tasso di innovazione nel mondo, con l’obiettivo di favorire l’internazionalizzazione e lo scambio costante di idee”.

Il territorio di Pisa, dove fu lanciata anche la rivoluzione italiana dell’informatica, possiede oggi know-how e competenze per uno sviluppo avanzato della digitalizzazione. Nuovi sistemi di accumulo e nuove batterie sono infatti indispensabili per il settore della generazione termoelettrica.

Inoltre, l’Hub&Lab di Enel si trova in Toscana, dove 200 anni fa fu inventata la geotermia, una delle prime fonti rinnovabili a essere valorizzate a scopi industriali ed energetici: oggi l’area di Larderello, in provincia di Pisa, è uno dei centri della geotermia mondiale.

Nella città toscana molte sono le startup che hanno già ottenuto importanti risultati collaborando con Enel Global Thermal Generation: Athonet, Nozomi Networks, Amber Kinetics, Convexum e Percepto.

All’inaugurazione dell’11 maggio sono intervenuti anche due rappresentanti di D-Air Lab di Dainese e Rotork. Con la prima Enel sta sperimentando un safety-jacket dotato di airbag a sensori anti-caduta. Con la seconda ha avviato una collaborazione per la misurazione dei cicli di attività e dei tempi di apertura/chiusura delle valvole su impianti idroelettrici. Una tecnologia che comunica il loro “stato di salute”, agevolando la predittività dei processi industriali.

Grazie all’Hub&Lab di Pisa, la nostra Open Innovation ha trovato una nuova frontiera.