Orizzonte Africa

Pubblicato martedì 30 maggio 2017

“I governi africani comprenderanno che le energie rinnovabili sono più facili da implementare, meno costose e possono soddisfare le esigenze della popolazione”

– Francesco Starace, Ceo di Enel

Le energie rinnovabili offrono vantaggi significativi anche per favorire la crescita socio-economica attraverso la creazione di posti di lavoro, la riduzione della povertà e la nascita di nuove imprese. Un mix di progetti su larga scala, soluzioni decentrate e miglioramenti della rete rappresentano la migliore strategia per assicurare servizi energetici accessibili a tutti, affidabili e green e costituiranno le fondamenta per una crescita sostenibile in Africa.

“Tutta l'Africa può diventare green portando nel continente elettricità rinnovabile, attraverso una strategia basata su due pilastri: innovazione e sostenibilità”

– Antonio Cammisecra, presidente RES4MED e direttore Global Renewables Energies Enel

Innovazione per un continente dinamico

Per portare green tech innovative in Africa, bisogna capovolgere il paradigma tradizionale di sviluppo dei sistemi energetici, integrando fin dalla progettazione strumenti di innovazione e sostenibilità e comprendendo le reali necessità delle persone.

Tecnologie come mini-grid, sistemi off-grid, smart grid per le aree urbane e suburbane, sono alcune delle tecnologie che, unite allo sviluppo della filiera delle rinnovabili, possono favorire la nascita di innumerevoli partnership commerciali lungo tutta la catena del valore.

“Dobbiamo immaginare nuovi modelli di business per i Paesi emergenti e l'innovazione ne è la chiave, ma ognuno deve seguire la propria strada, perché la libertà è uno degli ingredienti fondamentali dell’innovazione e di conseguenza del progresso (non inteso come mero sviluppo economico)”

– Ernesto Ciorra, direttore Innovation and Sustainability Enel

E-Solutions, il business nasce dall'innovazione

L'evoluzione tecnologica offre infinite possibilità di crescita, ma va anche calata nei contesti in cui sarà utilizzata, per individuare i possibili nuovi usi dell'energia. È a partire da questa valutazione che Enel ha deciso di dar vita a una nuova unità di business, la Global E-Solutions, per capitalizzare la trasformazione dell'industria energetica e soddisfare le esigenze dei nostri clienti globali, esplorando le opportunità offerte dalle nuove tecnologie, sviluppando prodotti innovativi centrati sui bisogni dei consumatori e dei nostri clienti, in tutto il mondo.

Anche in Africa. Una realtà che vive una crescita dinamica, con una generazione di giovani approdata direttamente all'era digitale e capace di disegnare modelli di sviluppo innovativi, anche per il settore energetico.

“La tecnologia da sola non basta per innovare. Dobbiamo aiutare le comunità in cui operiamo a trovare il proprio percorso di crescita. Se non si promuove lo sviluppo socio economico in modi diversi, l'energia non può cambiare il mondo”

– Francesco Venturini, direttore Global E-Solutions Enel

Innovazione, sviluppo sociale, formazione di competenze. La nostra azienda opera in diverse aree dell’Africa attraverso la divisione Rinnovabili, dai Paesi del Nord come Marocco, Algeria allo Zambia, fino al Sudafrica dove abbiamo 522 MW di capacità rinnovabile installata. Oltre allo sviluppo di centrali green, lavoriamo accanto alle comunità per formare competenze locali e promuoviamo lo sviluppo con progetti come Liter of Light e MothersToMothers in Sud Africa e la collaborazione con Ong, come con Emergency in Uganda, dove stiamo realizzando un impianto fotovoltaico per un ospedale pediatrico.

Sviluppare le potenzialità del capitale umano, comprendere i reali bisogni della popolazione, integrare innovazione e sostenibilità nei piani di sviluppo dei sistemi energetici dei Paesi emergenti, rappresentano un passaggio cruciale per portare energia e crescita sostenibile in Africa. Una storia ancora da scrivere, ma che può diventare realtà. Diceva Nelson Mandela: “Sembra sempre impossibile finché non si avvera”.