Innovazione tecnologica, un altro passo nel futuro

Pubblicato martedì 21 novembre 2017

“Al tempo stesso, i nostri manager fungono da mentor mettendo a disposizione le loro competenze che, unite alla capacità creativa di chi non lavora all’interno della nostra azienda e quindi può avere un approccio alle problematiche più fresco e visionario, creano le condizioni ideali per innovare rapidamente e ai massimi livelli”

– Ernesto Ciorra, Chief Innovability Officer di Enel

È il caso di Wallbox e di Momit, due startup i cui rappresentanti hanno descritto agli ospiti la genesi di una partnership industriale con Endesa che si è tradotta nello sviluppo, rispettivamente, di una centralina di ricarica per auto elettriche miniaturizzata e a elevatissima efficienza e di un termostato domestico smart fra i più avanzati del mercato.

La giornata non si è conclusa con il taglio del nastro, ma è continuata nel pomeriggio con l’inizio delle attività all’Enel Innovation Hub, operativo fin da subito: sei startup preselezionate in Spagna e Portogallo hanno partecipato al primo boot camp madrileno, presentando i loro progetti in un pitch di tre minuti. Sei idee tanto originali da apparire quasi folli, accomunate da uno scopo: risparmiare risorse energetiche in settori dove tutto è stato già tentato, e provarci ancora appare senza senso.

Perché tutti sanno che una cosa è impossibile da realizzare, finché arriva uno sprovveduto che non lo sa e la inventa. Anche questo l’ha detto Einstein.