L’energia solare del Brasile, la magia del cinema

Pubblicato mercoledì 17 ottobre 2018

“La maggior parte delle persone che assistono alle nostre proiezioni hanno finestre che affacciano su pale eoliche o grandi distese di pannelli fotovoltaici. Vogliamo che prendano dimestichezza con questi argomenti e si rendano conto in pratica di come funziona il sistema delle energie rinnovabili”

– Cynthia Alario, ideatrice del progetto Cinesolar

Cinesolar e lo sviluppo sostenibile

L’opera di diffusione delle tematiche sulla sostenibilità non si limita alla proiezione cinematografica: quando Cinesolar arriva in un paese, organizziamo anche dei laboratori per la popolazione. A Lagoinha abbiamo portato il forno solare: dopo un breve seminario sull’alimentazione sana, i partecipanti hanno imparato come costruire un forno alimentato dal calore del sole, senza bisogno di legna o gas.

In altri laboratori, allestiti altrove, si usano pigmenti naturali per la fabbricazione di grafite, si costruiscono strumenti musicali da suonare poi insieme e si allestiscono set per realizzare musiche, coreografie e film. Il camion stesso può trasformarsi in un’esposizione sull’energia solare, con monitor e infografiche che spiegano in modo divulgativo i concetti principali.

“Cinesolar è un modo per portare la sostenibilità e le tematiche sulle energie rinnovabili nelle comunità in cui operiamo, e in questo modo creiamo valore condiviso”

– Livacir Blum, coordinatore Health, Safety, Environment and Quality della centrale di Morro do Chapéu Sul

Per il Gruppo Enel queste attività si inseriscono nel modello di creazione di valore condiviso (Creating Shared Value – CSV), che a sua volta si sposa perfettamente con la nostra filosofia Open Power: apertura all’interno e all’esterno per valorizzare il contributo di tutti.

Il progetto può essere considerato un modello di sviluppo sostenibile e rientra anche in molti dei 17 SDGS (Sustainable Development Goals) dell’ONU: la promozione dell’alimentazione sana per l’SDG #3 (Salute e benessere), i seminari e i film per l’SDG #4 (Istruzione di qualità), l’intrattenimento e la sensibilizzazione della popolazione per l’SDG #11 (Città e comunità sostenibili), l’elettricità fotovoltaica per l’SDG #7 (Energia pulita e accessibile) e per l’SDG #13 (Lotta contro il cambiamento climatico), anche perché compensiamo le emissioni prodotte piantando alberi. Infine, il personale di Cinesolar è composto da uomini e donne e tutte le attività sono improntate alla parità di genere, in sintonia con l’SDG #5 (Parità di genere).

“Il progetto Cinesolar fa parte del nostro impegno per gli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’ONU, e ci permette di condividere con le comunità locali le azioni che abbiamo intrapreso per la conservazione dell’ambiente. Poco a poco la nostra presenza viene vista come un valore di aggregazione nella regione”

– Marcia Massotti de Carvalho, responsabile Sostenibilità di Enel Brasile

Finora Cinesolar ha organizzato 730 spettacoli, con un pubblico complessivo di quasi 120mila spettatori: decine di migliaia di persone come Itamar e Gilberto, che grazie a Enel e al sole, hanno avuto la possibilità di sognare a occhi aperti davanti al grande schermo.